X
<
>

Condividi:

I carabinieri hanno trovato capre e pecore a pascolare nell’area cimiteriale. Gli animali sequestrati saranno abbattuti

BOVA MARINA (RC) – Lasciavano pascolare fin dentro l’area cimiteriale i capi di bestiame dell’azienda agricola di loro proprietà, risultati peraltro, in maggioranza, privi di marchi di riconoscimento o censiti alla banca nazionale del Ministero della Salute come già deceduti o abbattuti.

I Carabinieri di Bova Marina, in provincia di Reggio Calabria, hanno perciò denunciato due fratelli di 43 e 49 anni per i reati di danneggiamento, introduzione o abbandono di animali nel fondo altrui, deturpamento e imbrattamento di cose altrui, ricettazione, omessa custodia e malgoverno di animali. E’ stato, inoltre, disposto il sequestro di 173 capi di ovini e caprini, poi affidati temporaneamente a un mattatoio in attesa del decreto di abbattimento.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA