X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

La guardia di finanza è riuscita a ricostruire l’importante movimento di denaro, denunciando il rappresentante legale della società

REGGIO CALABRIA – Una società che opera nel settore del commercio all’ingrosso avrebbe nascosto al fisco un imponibile pari a 14 milioni di euro. Lo ha scoperto la guardia di finanza di Reggio Calabria che ha denunciato il legale rappresentante della società per l’ipotesi di reato di dichiarazione infedele.

La denuncia è arrivata al termine di una complessa e articolata attività di polizia economico-finanziaria nei confronti di una società, con sede nella provincia di Reggio Calabria. La selezione del target è stata resa possibile, ha evidenziato la guardia di finanza, grazie a un’analisi di rischio basata sulle risultanze del controllo economico del territorio nonché sull’incrocio e sull’elaborazione dei dati contenuti nei diversi applicativi informatici del Corpo di ultima generazione.

Con l’evidente obiettivo di evadere i tributi dovuti la società, pur presentando la prescritta dichiarazione ai fini delle imposte dovute e dell’Iva per l’anno 2014, non aveva indicato i ricavi conseguiti. Pertanto, le Fiamme Gialle hanno preso in esame, per ricostruire il volume d’affari, la copiosa documentazione contabile ed extracontabile acquisita all’atto dell’accesso presso la sede della società. 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA