Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

A Catona carabinieri e Capitaneria di porto hanno apposto i sigilli a strutture realizzare su un’area di circa 700 mq

REGGIO CALABRIA – Opere abusive realizzate e mantenute in un’area demaniale marittima oltre i limiti temporali fissati dalle autorizzazioni sono state sequestrate a Catona, quartiere di Reggio Calabria, in un’operazione congiunta di carabinieri e sezione polizia giudiziaria della Capitaneria di porto.

I sigilli sono stati apposti a basamenti in cemento e mattonelle, interamente insabbiati che per tipologia risultavano anche difformi da quanto dichiarato.

Le indagini eseguite alla presenza di personale del Comune hanno fatto emergere che le opere distribuite su un’area pari a circa 700 metri quadri erano mantenute oltre che senza alcuna autorizzazione, su zona che rientra tra quelle assoggettate al vincolo paesaggistico ambientale. Le strutture poste sotto sequestro preventivo e urgente sono state affidate in custodia affidamento in custodia alla persona titolare della concessione stagionale dell’area.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •