Il senatore Caridi in Senato

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – Mentre la procura prosegue la sua attività chiedendone il rinvio a giudizio (LEGGI LA NOTIZIA) la II Sezione Penale della Cassazione procede ad annullare con rinvio l’ordinanza di conferma della custodia cautelare in carcere emessa nei confronti del senatore Antonio Caridi (SCOPRI CHI È CARIDI) decisa dal Tribunale del Riesame di Reggio Calabria lo scorso agosto (LEGGI LA NOTIZIA) nell’ambito dell’inchiesta “Mammasantissima” (LEGGI I DETTAGLI DELL’INCHIESTA).

Caridi è detenuto a Rebibbia (LEGGI IL RACCONTO DEL VOTO E LA DECISIONE DI CARIDI CHE SI COSTITUISCE A REBIBBIA), dove rimane recluso in attesa del Riesame bis.

SCOPRI IL FASCICOLO IN AGGIORNAMENTO DINAMICO
CON LE NOTIZIE SULL’OPERAZIONE MAMMASANTISSIMA

Caridi è accusato, tra le altre cose, di associazione mafiosa (LEGGI IL DETTAGLIO DELLE ACCUSE A CARIDI).

Riguardo la decisione è stata espressa soddisfazione dai suoi legali, avvocati Valerio Spigarelli e Carlo Morace, che sottolineano come la decisione della Cassazione «sia un primo importante passo verso la dimostrazione dell’insussistenza delle accuse». Per Caridi, rappresentante del centrodestra, era stata data dal Parlamento l’autorizzazione all’arresto (LEGGI).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •