Gli uffici dell'Asp di Reggio Calabria

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Il prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, su delega del Ministro dell’Interno, ha disposto un accesso ispettivo antimafia nell’Azienda sanitaria provinciale.

«L’accesso – é detto in un comunicato della Prefettura – é stato disposto allo scopo di compiere accertamenti ed approfondimenti per verificare l’eventuale sussistenza di forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso».

«L’attività ispettiva della Commissione d’indagine, insediatasi oggi – riferisce ancora la Prefettura – sarà supportata nell’espletamento dell’incarico da personale delle forze di polizia e dovrà essere perfezionata entro tre mesi dall’insediamento, periodo prorogabile di ulteriori tre mesi qualora fosse necessario».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •