Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Maltrattava la moglie da anni, picchiandola ed umiliandola regolarmente davanti ai figli minori all’interno delle mura domestiche. Ma ieri la squadra mobile di Reggio Calabria ha messo il punto e ha arrestato l’uomo, un 39enne reggino.

Le indagini hanno portato alla luce una relazione coniugale contrassegnata da abituali episodi di maltrattamenti fisici e verbali attuati dall’uomo a causa del suo carattere violento e geloso.

L’atteggiamento di prevaricazione da parte dell’uomo veniva alimentato da profondo astio verso la famiglia di origine della donna, alla quale veniva impedito addirittura di incontrare i suoi familiari. L’uomo, rincasando a casa ebbro, aggrediva la moglie più volte al giorno, la minacciava di morte e tentava di sfregiarle il volto con olio bollente, alla presenza dei figli. Proprio i bambini, in più occasioni, avevano impedito al padre di portare a termine alcune aggressioni.

Le indagini svolte dalla squadra Mobile nhanno consentito di ottenere un immediato provvedimento restrittivo a carico del responsabile che ha permesso di fare scattare il carcere dell’uomo.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •