La Questura di Reggio Calabria

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – Una vera e propria estorsione quella messa in atto da due persone che avrebbero, secondo la ricostruzione degli inquirenti, deliberatamente tamponato un anziano automobilista con la loro auto e, approfittando della sua età, 88 anni, lo avrebbero accusato di avere provocato l’incidente stradale riuscendo a farsi consegnare tutti i soldi che aveva nel portafogli, circa 100 euro.

Le due persone, Enzo Amato, di 39 anni, e Marcus Milate, di 21, entrambe con precedenti, sono state arrestate e poste ai domiciliari dalla Polizia di Stato a Reggio Calabria con l’accusa di estorsione.

I due, secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato, hanno inscenato il tamponamento ottenendo la somma quale risarcimento del danno subito, ma l’accaduto è stato notato da un poliziotto dell’Ufficio Immigrazione della Questura, libero dal servizio, che si trovava in zona.

L’agente, notato l’accaduto, è intervenuto in soccorso dell’anziano e ha chiesto l’ausilio di due motociclisti della Polizia di Stato che hanno fermato Amato e Milate e li hanno accompagnati negli uffici della Questura reggina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •