X
<
>

I carabinieri con i computer sequestrati

Tempo di lettura < 1 minuto

BIANCO (REGGIO CALABRIA) – Un centro scommesse clandestino è stato scoperto dai carabinieri della Compagnia di Bianco che hanno denunciato due persone, il titolare per il reato di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse, e un giocatore.

I militari, nell’ambito di una serie di controlli effettuati assieme a personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli allo scopo di verificare il rispetto delle norme in materia di giochi, hanno controllato alcuni locali rilevando che uno di questi, a Bianco, era privo delle autorizzazioni necessarie. In particolare approfondendo la situazione di un punto ricariche situato nei pressi di un distributore di benzina è venuto alla luce un vero e proprio centro scommesse clandestino. Trovate due postazioni con altrettanti pc connessi ad internet.

Scorrendo la cronologia dei computer si è potuto appurare che erano stati utilizzati, senza alcuna autorizzazione di accesso alcuni siti di giochi e scommesse online. Gli apparecchi sono stati sequestrati e affidati all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per la Calabria, per i successivi accertamenti.

Il titolare del centro scommesse, qualora non dovesse fornire giustificazioni plausibili, dovrà pagare una sanzione amministrativa dai 5 ai 50mila euro. All’interno del centro scommesse abusivo, al momento del controllo, i militari hanno sorpreso un avventore che, oltre a riscuotere una vincita per una scommessa precedentemente giocata, stava pianificando nuove scommesse per il fine settimana. Anche questa persona è stata denunciata.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares