X
<
>

Controlli dei carabinieri a San Giorgio Morgeto

Condividi:

SAN GIORGIO MORGETO (REGGIO CALABRIA) – Sono stati ribattezzati “i ninja” per il loro essere vestiti completamente di nero, con tanto di passamontagna, e per il loro muoversi furtivamente nelle ore notturne attraverso le vie del paese. Una o forse due persone, ancora non è chiaro, che pare stiano turbando le notti di San Giorgio Morgeto, borgo pre aspromontano della Piana di Gioia Tauro.

Secondo diverse segnalazioni, infatti, le ultime nottate sangiorgesi sono state contraddistinte dalla presenza di queste strane figure che in alcuni casi avrebbero cercato di spaventare i cittadini che calcano i caratteristici vicoli del borgo che sorge ai piedi del noto castello di epoca normanna.

L’ultimo avvistamento risale a stanotte, tra le 3 e le 4, quando un uomo vestito di nero, con un mantello dello stesso colore e una fascia catarifrangente, è stato individuato proprio nei pressi del castello prima di dileguarsi a bordo di un’autovettura di colore chiaro.

Una situazione che potrebbe far pensare a quanto avvenuto negli anni passati, quando in più posti d’Italia e del mondo comparvero diversi cosplayer (termine che indica coloro che sono soliti indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile, sia esso ispirato da un film, fumetto o videogioco) con le sembianze di Samara, la tenebrosa bambina protagonista della serie horror “The Ring”. Con la differenza, però, che i fantomatici “ninja” sangiorgesi, secondo quanto si dice in paese, se ne andrebbero in giro tenendo in mano una spranga o un simile oggetto metallico.

La paura, comprensibilmente, si sta diffondendo tra i cittadini di San Giorgio. Gruppi di giovani starebbero trascorrendo le notti cercando di incontrare, acciuffare e smascherare le misteriose figure. Non delle vere e proprie ronde ma comunque una pratica che essa stessa preoccupa per il fatto che possa sfociare in episodi poco piacevoli in caso di contatto ravvicinato con i (o il) “ninja”.

Della situazione sono stati informati sia i commissari prefettizi che reggono il Comune che la locale Stazione dei carabinieri, con questi ultimi che avrebbero predisposto degli appositi servizi notturni per cercare di risolvere il mistero che sta turbando le notti di San Giorgio Morgeto.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA