X
<
>

Foto d'Archivio

Tempo di lettura < 1 minuto

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA) – Fermato per un controllo, lontano dal proprio domicilio e trovato in possesso di droga, ha giustificato la sua uscita, specificandolo perfino sull’autocertificazione, con la necessità di reperire la sostanza stupefacente da spacciare.

Michele Carbone, di 51 anni, di Rosarno, con precedenti, è stato arrestato dai carabinieri di Taurianova. I militari, durante le attività di controllo per il contrasto alla diffusione del coronavirus, hanno notato l’auto di Carbone decidendo di intimare l’alt. Alla vista della pattuglia il conducente ha tentato di allontanarsi ma è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale e veicolare.

Il cinquantunenne è stato trovato in possesso di una busta in cellophane contenente circa 24 grammi di cocaina pronta alla vendita e oltre 500 euro in contanti in banconote di vario taglio.

Nei confronti dell’uomo, che ha tentato di disfarsi dell’involucro senza riuscirci, sarà applicata una sanzione per inosservanza alle prescrizioni anti coronavirus.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares