X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

REGGIO CALABRIA – I carabinieri della stazione di Ardore (Reggio Calabria), coadiuvati da militari del Nor-Sezione Radiomobile della compagnia di Locri e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere, con particolare attenzione al contrasto delle attività illecite inerenti le armi da fuoco, hanno arrestato in flagranza di reato, con l’accusa di detenzione illegale di armi e munizioni e di ricettazione, un 26enne del luogo.

Nel corso di perquisizioni locali eseguite presso immobili nel comune di Ardore e risultati nella disponibilità del giovane i militari hanno rinvenuto un fucile d’assalto automatico AK-47 Kalashnikov cal. 7,62×39 mm con relativo caricatore contenente 20 munizioni cal.7,62. e17 cartucce a pallini cal.12. Il 26enne, come disposto dall’autorità giudiziaria, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

L’armamento rinvenuto è stato posto sotto sequestro per i successivi accertamenti balistici finalizzati ad accertare se il fucile sia stato impiegato in precedenti delitti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares