X
<
>

La piazza principale di Messignadi

Tempo di lettura 2 Minuti

OPPIDO MAMERTINA – Anche nella giornata di oggi si registrano tre nuovi casi positivi al Covid-19 a Messignadi frazione di Oppido Mamertina (LEGGI), dichiarata zona rossa dalla presidente della Regione Calabria, Jole Santelli (LEGGI).

Si tratta di due donne e un bambino riconducibili al primo nucleo familiare contagiato.

Secondo quanto ricostruito, i tre soggetti non erano stati posti in quarantena e, adesso, si teme possano aver contagiato altre persone.

A dare la notizia dei nuovi positivi è stato sempre il sindaco di Oppido Mamertina Bruno Barillaro sulla sua pagina di Facebook, il quale ha comunicato che su novanta tamponi tre sono risultati positivi. Il primo cittadino invita ancora una volta la comunità di Messignadi di mantenere la calma e di avere fiducia negli addetti ai lavori i quali hanno la situazione sotto controllo.

Si attendono intanto gli esiti di centinaia di altri test a cui si sono sottoposti i residenti della piccola frazione più di mille negli stand allestiti in piazza dalla Croce Rossa con la collaborazione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria.

Resta, quindi, alto l’allarme nella piccola frazione ma, a questo punto, anche a Oppido Mamertina e nella vicina Varapodio dove si sono registrati nei giorni scorsi due positivi legati alle famiglie del primo focolaio.

Messignadi, come detto, da quasi una settimana è stata dichiarata zona rossa, provvedimento che, fino ad oggi, pare abbia contribuito a contenere i contagi evitandone una esplosione, tuttavia attualmente, nella sola frazione di Oppido si contano venti i casi con decine di persone poste in stato di quarantena precauzionale. In particolare, attualmente i contagiati sono venti di cui diciotto circoscritti al ceppo iniziale di cinque nuclei familiari mentre due appartengono ad altre due famiglie.

Nel frattempo, aumentano i tamponi effettuati nella cittadina e nella frazione dove la situazione è di massima allerta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares