X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Nemmeno una settimana di lezioni e già arrivano le prime chiusure per covid nel Reggino. Succede a Taurianova, nella Piana di Gioia Tauro, dove l’amministrazione comunale informa di aver ordinato la chiusura di due sezioni della scuola dell’Infanzia.

I provvedimenti riguardano la sezione Zaccheria dell’Istituto “Monteleone-Pascoli”, per quarantena preventiva, e la sezione Giovinazzo dell’Istituto comprensivo “Sofia Alessio-Contestabile”, per il riscontro di un caso di coronavirus.

Non a caso Taurianova resta uno dei centri maggiormente colpiti dalla pandemia. Anche se la situazione odierna è abbastanza tranquilla, con 32 casi attivi su quasi 15 mila abitanti, i nuovi positivi sono sempre dietro l’angolo (+2 ieri) e l’amministrazione taurianovese invita a mantenere alta l’attenzione.

Del resto, a Reggio Calabria e provincia l’andamento recente dei contagi è decisamente altalenante: cali e incrementi si alternano ed è chiaro che, per adesso, non è possibile tirare un sospiro di sollievo. Nel bollettino regionale di ieri, infatti, il dato sui contagi si attesta alto (+78), sebbene più basso di quello sui guariti (+111); di conseguenza, i casi attivi non salgono ma scendono (1.762). Questi ultimi sono costituiti da oltre 1.600 persone positive in isolamento domiciliare e da quasi 80 persone positive ospedalizzate.

Nel dettaglio, dopo due ricoveri e una dimissione, sono 77 i pazienti degenti nel Grande ospedale metropolitano: 41 nell’Unità Operativa di Malattie Infettive, 28 in Pneumologia, 4 in Ostetricia e Ginecologia e 4 in Terapia Intensiva. Al Gom, inoltre, si registra l’ennesimo decesso, quello di una donna di 81 anni con severe patologie concomitanti all’infezione da coronavirus. Dall’inizio della pandemia è il 377esimo morto al Gom, e il 386esimo nell’intera area metropolitana. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, si procede pure con la somministrazione della terza dose ai pazienti immunodepressi.

«Le dosi di vaccino somministrate dal Gom – comunica la Direzione ospedaliera del “Bianchi Melacrino Morelli” – al personale e agli utenti per i quali è stato autorizzato sono 83.456 (174 nella giornata di mercoledì). Di queste, 43.013 sono prime dosi; 40.430 sono seconde dosi; 13 sono terze dosi».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA