Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA) – L’ingresso di Til (società controllata di Msc) in Med Center Container Terminal per il 100% del suo assetto societario ha determinato un incremento dei traffici nel porto di Gioia Tauro. Il dato è emerso nel corso di una riunione svoltasi oggi per discutere dell’operatività e dello sviluppo futuro della Gioia Tauro Port Agency.

Al suo ingresso, il nuovo management – ha riferito il commissario straordinario dell’autorità portuale Andrea Agostinelli – ha assicurato, per garantire il rilancio dello scalo, l’avvio di un piano d’impresa animato da investimenti pari ad oltre 103 milioni.

«Un cambiamento di traiettoria – è scritto in una nota – che ha già registrato un incremento di traffico di circa il 14,82%, nell’intervallo di tempo compreso tra aprile/luglio 2019 rispetto allo stesso del 2018».

Note positive sono emerse anche rispetto all’occupazione: «Nello specifico – prosegue la nota – l’Agenzia portuale ha risposto alla necessità di sostenere l’occupazione, accompagnata da processi di riconversione industriale, in una realtà portuale, come appunto quella di Gioia Tauro, dove l’80% della movimentazione container è organizzata in modalità transhipment. L’obiettivo raggiunto è stato quello di evitare un grave pregiudizio all’operatività e all’efficienza dello scalo e, quindi, al suo principale terminalista. Nell’Agenzia sono, infatti, confluiti i lavoratori in esubero dalle imprese, operanti ai sensi dell’art. 18 della legge 84/94, autorizzate alla movimentazione container, che, alla data del 27 luglio 2016, usufruivano di regimi di sostegno al reddito nelle forme di ammortizzatori sociali».

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •