Il castello di Scilla

Tempo di lettura 2 Minuti

SCILLA (REGGIO CALABRIA) – E’ in programma a Scilla, il 29 e 30 settembre e l’1 ottobre, la terza edizione del Festival dell’Ospitalità, promosso per raccontare il turismo che cambia e che migliora i territori attraverso un rapporto umano e responsabile con gli ospiti che accoglie.

L’obiettivo è quello di dare “al settore turistico calabrese e italiano uno slancio per mettere a sistema quanto di buono fatto negli ultimi anni da operatori che credono nel loro territorio. Nella cittadina del Reggino saranno decine i professionisti del turismo italiano che racconteranno e condivideranno buone pratiche di ospitalità, servizi e di promozione territoriale.

“Il turismo che cambia è fatto dalle persone che si sporcano le mani – evidenziano gli organizzatori – condividendo sorrisi e offrendo servizi innovativi e di qualità che accrescono la consapevolezza che fare turismo è possibile e che le difficoltà sono fatte per essere superate”.

Per farlo è necessario avere le giuste competenze, non è un caso quindi che nel programma dell’evento di fine settembre a Scilla sia nutrita la compagine di consulenti ed esperti nazionali come Jessica Malaguti, travel designer, Michela Mazzotti e Arturo Salerno, consulenti di web marketing riconosciuti a livello nazionale. Con loro anche tante esperienze di successo calabresi come Home4Creativity – Coliving lanciata da Roberta Caruso a Montalto Uffugo, Stefania Emanuele che sta costruendo un progetto di sviluppo territoriale e turistico dal nome eloquente “Borgo slow” e la compagine di Riviera e Borghi degli Angeli, rappresentata da Guerino Nisticò, che nella zona di Badolato sta dimostrando che, quando le imprese fanno rete, si possono raggiungere traguardi internazionali davvero significativi.

Non mancheranno testimonianze culturali e innovative che da Capo Sud fino alla Sardegna stanno scuotendo dalle fondamenta le convinzioni ormai incancrenite e logore del vecchio turismo, apportando azioni concrete sul campo: dal recupero delle opere d’arte locali fino all’offerta di un vero e proprio servizio di concierge da tenere sempre in tasca grazie al proprio smartphone. Da ascoltare con attenzione sarà la testimonianza di Alberto Mattei, fondatore del movimento dei Nomadi Digitali, realtà ormai diffusa anche in Italia e che racconta come i viaggiatori stanno cambiando grazie alle opportunità offerte dalle tecnologie digitali.

L’evento è organizzato dalla co-agency Evermind, da Home4Creativity, Fare Digital Media e il club di Reggio Calabria del Touring Club d’Italia. Insieme a noi tanti professionisti e semplici cittadini che amano il proprio territorio e desiderano valorizzarlo come merita.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •