X
<
>

Il Consiglio regionale della Calabria

Tempo di lettura 2 Minuti

SIDERNO (REGGIO CALABRIA) – È folto il gruppo dei locridei concorrenti per il consiglio regionale. Tra conferme degli uscenti, novità, e donne più conosciute per l’affinità parentale che per la grande capacità politica non sono mancate neanche quest’anno le sorprese.

Confermate le candidature dei due consiglieri regionali uscenti Raffaele Sainato e Giacomo Crinò entrambi collocati nella lista “Forza Azzurri”. In questa lista è candidata anche Elisabetta Di Giorgio, moglie dell’ex vicesindaco di Bianco Pasquale Ceratti.

A Siderno, saranno quattro i concorrenti per uno scranno di palazzo Campanella e sono l’ex sindaco Riccardo Ritorto che ha trovato posto nei centristi di “Noi Con l’Italia” a sostegno di Occhiuto presidente e poi Rosario Condarcuri, editore del settimanale “La Riviera” che è nella lista di Mario Oliverio ed infine Marilene Bonavita con il “Partito Animalista”. Per chiudere con Daniela Diano con De Magistris. Con la Lega è candidato Cosimo Damiano Spagnolo, di Portigliola, che ha sostituito l’ex sindaco di Locri Francesco Macrì che ha rinunciato.

Con Fratelli d’Italia scende in campo il sindaco di Locri Giovanni Calabrese e poi con i “meloniani” c’è Antonino Muratori che è di Cittanova ma ha la moglie di Siderno. Con “Coraggio Italia” scendono in campo il bovalinese Sebastiano Primerano che è pure vice coordinatore provinciale del partito e il cauloniese Salvatore Cirillo già candidato alle ultime regionali con Forza Italia, Alessandra Mina, assessore comunale di Marina di Gioiosa Jonica e Pasquale Imbalzano figlio di Candeloro, reggino con origini di Benestare.

Con il Partito democratico scende in campo la roccellese Mimma Pacifici, sindacalista Cigl mentre Sandra Marzano di Monasterace è nella lista “Amalia Bruni Presidente”. Con “Tesoro Calabria” è candidato Ettore Lacopo, presidente dei dottori commercialisti della Locride e Colomba Bonfà ex assessore comunale a Bianco.

Con “Calabria Resistente” in appoggio a De Magistris è candidata Vanessa Riitano consigliera comunale di minoranza a Roccella, e in un’altra lista di De Magistris è candidato l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano. Ancora con De Magistris sono candidati Simona Mulè, bancaria di Gerace, Rosario Rocca ex sindaco di Benestare e il medico che ha l’hobby della politica, Nicola Rulli.

La battaglia più cruenta si registrerà a Locri quattro concorrenti residenti nella cittadina (Raffaele Sainato, Giovanni Calabrese, Ettore Lacopo, Nicola Rulli) ai quali si aggiunge anche un quinto se si conta che Cosimo Damiano Spagnolo a Portigliola ci va solo la sera per dormire e l’intera giornata la passa a Locri dove svolge la professione di avvocato ed è pure vicino all’ex sindaco di Locri Francesco Macrì.

È più che ovvio che i riflettori sono tutti sugli ex amici Sainato e Calabrese che si daranno lotta fino all’ultimo voto. A Siderno i quattro concorrenti “pescano” tra elettorati diversi, Riccardo Ritorto nel centrodestra, Rosario Condarcuri nella sinistra e Marilene Bonavita nell’associazionismo, soprattutto quello protettivo verso gli animali.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA