X
<
>

Matteo Salvini dopo il pranzo con i dirigenti reggini della Lega

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Matteo Salvini arriva a Reggio Calabria e fissa subito i paletti per l’azione della Lega in questa regione: «Verrò in Calabria una volta a settimana». Parole pronunciate sotto il sole cocente in riva allo Stretto, dove Salvini ha incontrato i dirigenti del suo partito.

LE FOTO DI MATTEO SALVINI A REGGIO CALABRIA

All’incontro c’erano la consigliera regionale Tilde Minasi, il coordinatore provinciale Roy Biasi, Franco Recupero, Giuseppe Pirrotta, Giuseppe De Biasi. Con loro ha pranzato a base di pesce in un ristorante che si affaccia proprio sullo Stretto. Poco dopo il gruppo è stato raggiunto anche dal presidente Nino Spirlì.

Per questo, la prima domanda posta dal “Quotidiano” è stata, immancabilmente, sull’opportunità di realizzare il ponte sullo Stretto visto l’impatto ambientale che comunque creerebbe. Così, rispetto all’ipotesi di aumentare i collegamenti, uscendo dall’attuale monopolio, ha risposto: «E’ un’idea carina, però io sono innamorato dell’idea delle grandi infrastrutture che lasciano il segno».

Riposta pronta, anche se da interpretare, anche sul piano politico, considerato l’ennesimo candidato presidente di Forza Italia e la necessità di fare crescere una classe dirigente della Lega, evidentemente non ancora pronta: «Ci saranno tante sorprese». Confermate anche dai dirigenti locali che erano con lui.

Subito dopo Matteo Salvini ha partecipato a un incontro nella sede de “Il volo delle farfalle” che riunisce le famiglie dei genitori di bambini autistici, con un incontro privato e chiuso alla stampa. Per quanto è trapelato, Salvini ha scelto di tenere questo incontro su segnalazione del presidente Spirlì e scegliendo tra varie ipotesi. Un impegno assunto direttamente con la presidente dell’associazione, Angela Villani, mentre durante l’iniziativa Spirlì è apparso particolarmente commosso.

All’uscita Salvini ha detto che «il riconoscimento dei diritti per i bambini disabili in Calabria non dovrebbe essere una soluzione eccezionale; Spirlì ha fatto il suo dovere, chi c’era prima non ha fatto il suo dovere. Il segreto della Lega è la concretezza, non avremo candidati di immagine».

Rispetto alle elezioni regionali, Salvini ha aggiunto: «L’obiettivo è che la Lega sia il primo partito in Calabria e continui a fare quello che ha fatto in questi mesi». Rispetto al ticket Occhiuto-Spirlì ha detto che è una soluzione «ben assortita, un riconoscimento per il lavoro di Nino e della squadra nei territori. Abbiamo una proposta calabrese contro un centrosinistra diviso e candidati che arrivano anche da fuori regione».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA