Un momento della presentazione del progetto

Tempo di lettura 3 Minuti

ROSARNO (REGGIO CALABRIA) – È stato presentato a Rosarno dall’Istituto Comprensivo “Marvasi-Vizzone” il progetto “In bici ci piace” che «nasce dalla necessità di realizzare un programma permanente di iniziative concrete dirette alla diffusione della mobilità sostenibile e dell’inclusione con il mezzo della bicicletta». 

La presentazione del progetto si è svolta all’interno di un auditorium gremito di alunni con le rispettive famiglie e di docenti che hanno allestito l’area con dei cartelloni sulla bicicletta.

Il dirigente scolastico Giuseppe Eburnea ha illustrato le fasi di realizzazione del progetto ed ha messo in luce l’importanza dello sport all’interno della scuola. Rispetto all’iniziativa “In bici ci piace”, inoltre, ha spiegato come sia prevista «la partecipazione attiva degli alunni con disabilità affinché la dignità di questi ultimi venga valorizzata».

[editor_embed_node type=”photogallery”]88728[/editor_embed_node]

 

Tra i presenti a prendere la parole si sono succeduti il consigliere regionale Giovanni Arruzzolo, il Vice Sindaco del Comune di San Ferdinando, Gianluca Gaetano, la consigliera comunale di Rosarno Caterina La Torre, i referenti del progetto Vincenzo Bulzomì e Maria Catena Romeo, il Direttore sportivo della Federazione Ciclistica Roberto Sgambelluri, il D.S.G.A Caterina Marcianò e il Presidente del CIP (Comitato paraolimpico Regionale) Antonino Scagliola che si è soffermato «sull’importanza dell’inclusione e della bicicletta quale strumento privilegiato di partecipazione anche di alunni con disabilità oltre tutte le attività sportive all’interno della scuola».

Nella medesima occasione «è stato siglato un protocollo d’intesa tra l’I.C. Marvasi- Vizzone e il Comitato italiano paraolimpico attraverso il quale «le due Istituzioni si impegnano promuovere l’immagine positiva della bicicletta come mezzo di trasporto sano, sicuro, sostenibile e inclusivo».

Altri protocolli d’intesa sono stati firmati con altri enti sportivi tra cui la Federazione Ciclistica e varie associazione del territorio (Family Team, ASD Cycling Rosarno, Croce Rossa).

Presente alla manifestazione anche la polizia Municipale con il Comandante Domenico Martino.

«La finalità del progetto – recita una nota – è proprio quella di fare dell’uso della biciletta un compito di realtà a vita, un valido esempio di perfetta sintesi di conoscenza e abilità tramutate in competenze volte a promuovendo il senso responsabilità dei ragazzi, le competenze sociali e civiche. I destinatari della proposta saranno i ragazzi delle classi IV-V dei vari plessi I.C. Marvasi Vizzone e le fasi di realizzazione del progetto prevedranno tematiche specifiche quali: Educazione stradale, Educazione alla salute, Conoscenza dell’uso della bicicletta e della sua manutenzione Educazione al primo soccorso».

Inoltre, «il progetto avrà come traguardi formativi quelli di promuovere e incentivare nella scuola l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto pulito, silenzioso e sicuro, al fine di formare i giovani in materia di comportamento stradale e di sicurezza del traffico; di apprendere l’uso consapevole e disciplinato della bicicletta affiancano l’importanza di una sana educazione alimentare e le tecniche di primo soccorso in caso d’incidente. Con la partecipazione del personale della scuola, nella prima settimana di giugno è prevista una ciclo pedalata nella città di Rosarno e San Ferdinando con la presenza di Francesco Moser e Roberto Sgambelluri e delle forze dell’ordine, delle autorità locali, regionali ed autorità del comitato paraolimpico».

La cerimonia di presentazione è stata allietata dal coro degli alunni dell’istituto comprensivo, diretto dalladocente Maria Carmela Condelo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •