Raccolta dei rifiuti

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

LOCRI (REGGIO CALABRIA) – «Intendiamo richiamare ancora una volta l’attenzione su un’emergenza che sta via via diventando grave. Ad oggi la nostra società rileva che i crediti che vanta nei confronti delle Amministrazioni comunali, sui cui territori la stessa eroga il servizio di raccolta di rifiuti, è sensibilmente aumentato. Dall’ultima verifica fatta, la situazione debitoria dei comuni ammonta ad oltre due milioni e mezzo di euro, ai quali si devono aggiungere gli interessi di mora» . Lo afferma, in un comunicato, la società “Locride Ambiente spa”.

«Riteniamo che sia sufficiente l’indicazione della cifra – aggiunge la società – per sottolineare le oggettive difficoltà, cui dobbiamo far fronte non più giorno dopo giorno, ma minuto dopo minuto. È ovvio che i continui mancati pagamenti da parte dei comuni abbiano provocato alle casse della società notevoli danni. Si è, gioco forza, creata, come peraltro riportato in una nota ufficiale inviata alla Prefettura di Reggio Calabria a firma dell’amministratore Delegato, “una situazione di instabilità e mancanza di liquidità”».

 

La società evidenzia che «il rischio immediato e concreto è quello di non poter garantire a breve la copertura dei costi fissi e dei servizi. Un rischio che, per onestà, lealtà e serietà, Locride Ambiente vorrebbe scongiurare. Del resto a questa società dovrebbe essere riconosciuto l’impegno massimo nel fronteggiare le emergenze e nel cercare di dare costanti garanzie agli utenti, anche in presenza di gravi emergenze. Finora, infatti, la società ha anticipato le risorse per conto dei comuni morosi, ma da qui a brevissimo tempo non sarà più possibile agire in questa direzione. Pertanto nella nota, accorata e allarmata, inviata alla Prefettura – prosegue la Locride Ambiente – è stata chiarita la decisione di diffidare i comuni a farsi carico della responsabilità dei costi finanziari del servizio. Ricordiamo che a tal proposito gli enti hanno due opzioni di procedura: pagare le mensilità arretrate o certificare il credito vantato da Locride Ambiente sull’apposita piattaforma del Ministero dell’Economia e Finanze. A fronte di ciò, evidenziamo che i disservizi, o la mancanza di ogni azione minima essenziale, che appunto derivino dalla situazione descritta, non potranno essere imputati alla società, ma alla non assunzione di responsabilità da parte dei Comuni morosi. Non potranno essere, pertanto, in alcun modo addebitate alla società omissioni di alcun tipo».

«Naturalmente – conclude il comunicato – Locride Ambiente Spa è disponibile ad aprire un confronto intenso, che sia foriero di soluzioni praticabili capaci di garantire sufficiente serenità».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •