X
<
>

Papa Francesco

Tempo di lettura < 1 minuto

LOCRI (REGGIO CALABRIA) – «Ho ricevuto con piacere la sua cortese lettera del 20 marzo scorso, con la quale Ella mi ha manifestato riconoscenza per il Messaggio inviato, per tramite del Cardinale Segretario di Stato, in occasione della Giornata della Memoria e dell’impegno contro le mafie. In pari tempo, Lei mi ha informato dei progetti pastorali, delle attese e delle speranze di codesta Chiesa locale per promuovere la giustizia e la pace».

LEGGI LA NOTIZIA SULLA GIORNATA DELLA MEMORIA
DELLE VITTIME DELLA MAFIA A LOCRI

A scrivere al vescovo di Locri-Gerace, Francesco Oliva, è Papa Francesco che nella sua missiva ha aggiunto: «Desidero incoraggiare Lei, i suoi sacerdoti e l’intera Comunità diocesana a proseguire con fiducia nel rendere una gioiosa testimonianza cristiana, per favorire l’edificazione di una società solidale, fraterna e rispettosa della dignità della persona umana. Nonostante la realtà pesante e problematica di codesto territorio, non perdete la speranza: i vostri sforzi, accompagnati dalla preghiera, porteranno frutti di bene».

SCOPRI LE STORIE DELLE VITTIME DELLA MAFIA E DELLA ‘NDRANGHETA

In conclusione il Santo Padre ha rivolto al vescovo e alla comunità «la mia spirituale vicinanza, assicurando il mio orante ricordo e chiedo di perseverare nella preghiera per me e per il mio servizio alla Chiesa». 

Non è la prima volta che Papa Francesco si rivolge ad esponenti del mondo sociale, religioso e politico della Calabria, in passato, ad esempio, scrisse una lettera al sindaco di Riace Domenico Lucano impegnato nell’accoglienza dei migranti (LEGGI LA NOTIZIA)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares