X
<
>

Il borgo di Camini

Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO CALABRIA – Camini si è classificato tra i primi cinque vincitori della categoria “Innovazione Sociale” nel progetto “Piccolo Comune Amico” ideato dal Codacons per favorire la valorizzazione dei piccoli Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti, per diffondere la cultura e promuovere la valorizzazione delle piccole realtà locali italiane.

A darne comunicazione al primo cittadino di Camini, Giuseppe Alfarano, è stato Carlo Rienzi presidente nazionale di Codacons che ha inviato l’esito del concorso nei giorni scorsi.

Il “Premio Piccolo Comune Amico”, nato con  l’idea di individuare e premiare 25 Comuni che ospitano le eccellenze del territorio italiano, è  suddiviso in 5 categorie relativamente ai settori agroalimentare, artigianato, innovazione sociale, cultura, arte, storia, ed economia circolare. Il Comune è stato segnalato e quindi premiato perché “si è impegnato in un percorso di valorizzazione architettonica e ambientale del territorio – riporta la motivazione del premio – anche e soprattutto attraverso percorso di partecipazione giovanile, programmi di volontariato a livello europeo (Erasmus+), concorsi di idee, competizioni internazionali e collaborazioni straniere”.

Camini, che non è nuovo a questo tipo di riconoscimenti,  è arrivato sul podio dei vincitori del concorso dopo aver elaborato una mappa interattiva delle realtà culturali locali, associando gli eventi e le eccellenze alle specialità  enogastronomiche del posto. Il progetto, promosso sui canali mediatici di tutti i partner coinvolti, tra i quali anche l’ANCI, l’Associazione nazionale dei comuni italiani, dà giusta  visibilità alle bellezze dei paesi vincitori  nelle varie categorie. 

Il premio, in particolare,  consiste nella proposta di campagne promozionali gratuite, nelle aree di servizio della rete autostradale, sui social e sulla stampa e sarà consegnato il prossimo 6 luglio presso l’auditorium “Parco della Musica” di Roma. Particolarmente soddisfatto il sindaco Alfarano che, appunta una nuova “medaglia” al gonfalone municipale  e per questo ha voluto ringraziare, oltre agli organizzatori del concorso,  Anna Lodeserto, esperta in  progetti euro-mediterranei, all’inclusione sociale e alle politiche migratorie, per averlo “spronato e aiutato a partecipare al bando” ottenendo così un ottima affermazione e tanta pubblicità.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA