X
<
>

Uno dei gol siglati da Franco Padin nella passata stagione con la Reggiomediterranea

Tempo di lettura 2 Minuti

Il binomio Argentina-calcio è un qualcosa di ormai noto e consolidato, forse perché due degli déi del pallone hanno il sangue albiceleste. È facile, allora, intuire con quanta delicatezza, tatto, eleganza e passione le nuove leve calcistiche del territorio sudamericano ci mettono quando sfiorano quel mappamondo che rotola tra i campi, pronto quest’ultimo ad accompagnarli in lande pronte ad abbracciare nuovi talenti. Quel mappamondo girevole Franco Padin lo avrà calciato un’infinità di volte.

A farlo scoprire alla Calabria sportiva è stata la Reggiomediterranea che, lo scorso anno, ha deciso di puntare su di lui, ripagata a suon di gol, sia pur in una stagione tribolata per via del covid. Per lui 9 presenze in campionato e 8 reti, nel computo totale delle gare giocate prima dello stop e poi, alla ripresa del mini torneo.

LA CRESCITA ARGENTINA

Nato praticamente con il pallone al piede, il centravanti classe 1994 inizia la sua formazione calcistica nelle giovanili del Gimnasia La Plata (squadra attualmente militante nel massimo campionato argentino) dove rimane finché non raggiunge la categoria Primavera. Da lì in poi si apre il mondo dei “grandi” grazie all’esperienza con la divisa del Club Atletico Villa San Carlos, sia in Serie B che in Serie C. La sua ultima maglia in madrepatria sarà quella del Defensores Cambaceres, prima che quel mappamondo sempre agli scarpini iniziasse a fare il suo corso.

LA MATURITA’ ITALIANA

È l’Italia la meta prediletta e, più precisamente, la Basilicata dove, nella stagione sportiva 2018/19, indossa la divisa della Polisportiva Moliterno con la quale andrà anche in doppia cifra al suo primo anno. Nella stagione 2019/20 la parentesi con l’Afro Napoli (Eccellenza campana) ed infine l’approdo alla Reggiomediterranea con la quale, prima del secondo stop pandemico, era stato l’unico giocatore ad andare a segno ogni volta che era sceso in campo: sette gol (tra campionato e coppa) siglati a Ludos Ravagnese, Sambiase, Morrone, Bovalinese e Belvedere.

Quindi la società reggina gli ha dato la possibilità di giocare in D durante lo stop, con il Brindisi, salvo poi fare rientro alla base per affrontare il mini torneo di Eccellenza, dove un infortunio lo ha condizionato, dopo una buona partenza.

IL FUTURO ANCORA IN CALABRIA

«Ho rinnovato con la Reggiomediterranea e mi sto preparando alla prossima stagione. Le aspettative sono alte e – dice Franco Padin – inoltre c’è tanta voglia di fare bene e di realizzare qualcosa importante, ma sempre tenendo i piedi per terra e con la consapevolezza di dover lavorare duro».

Nella colonia di sudamericani che indossano la maglia amaranto ci sarà, pertanto, nuovamente Franco Padin. La scorsa stagione stava facendo di tutto per conquistare il titolo dei bomber e quello di attaccante rivelazione del torneo. Ci riproverà quest’anno e sarà sempre lui il pericolo amaranto per le difese avversarie.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA