Salta al contenuto principale

La fiaba di Halloween sarebbe “made” in Calabria

La ricerca e la notizia inattesa: la storia di Giseppa

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
La copertina della favola
Tempo di lettura: 
3 minuti 35 secondi

“C’ERA una volta” una favola che fa sognare ed ha per protagonista la piccola Giseppa. Siamo a Serra San Bruno, primi del Novecento. È la notte del 31 ottobre quando Giseppa lascia per sempre la sua terra per andare con la famiglia in America. Prima, di partire, però, si prepara a festeggiare il rito de “lu coccalu”. In quella notte del tutto speciale, Giseppa incontra un personaggio (il fantasma pasticcione) che le cambierà la vita... Si intitola “Giseppa e il fantasma pasticcione” il libro per ragazzi scritto dai due autori catanzaresi Leonardo Ruffo e Nini Mazzei ispirato alle tradizioni popolari sul giorno dei morti tramandate in Calabria. Una storia che porta dritta dritta alla Festa di Halloween.

La favola di Halloween “made” in Calabria edita da La Rondine per la collana Sorrisi è stata presentata in anteprima nei giorni scorsi, al Centro polivalente di via Fontana Vecchia di Catanzaro. A conversare sul libro, insieme agli autori sarà la libraia Paola Tigani. Una favola - le illustrazioni e la copertina sono di Antonio Spadaro - in cui «il mondo dell’aldilà rivive con leggerezza e allegria in una storia sospesa tra realtà e fantasia che rappresenta il frutto di una ricerca antropologica sulla festa di Halloween che si è rivelata particolarmente affascinante», si sottolinea presentando l’incontro di domani.

«Mossi dalla curiosità – commentano Ruffo e Mazzei - di risalire alle origini di una festa divenuta nel tempo sempre più “commerciale”, abbiamo scoperto che il culto ha in realtà radici assai familiari e fortemente legate alla Calabria. Il giorno dei defunti a Serra San Bruno veniva, infatti, celebrato con un vero e proprio rito, intagliando zucche a mo’ di teschio (coccalu), bussando alle porte e chiedendo un offerta per l’anima dei morti. La festa, celebrata in tutto il Meridione. sembrerebbe essere legata al rito della rinascita, il seme che dalla terra fa sorgere nuova vita».

E se l’origine del rito pagano si è persa nei secoli, prima dell’avvento del Cristianesimo, essendo già in uso nell’antica Roma e in alcune popolazioni celtiche i due autori continuando a indagare su queste notizie a Serra San Bruno, tra una visita alle chiese, all’antica Certosa e qualche fotografia scoperta nel cimitero, «hanno anche avuto modo di colloquiare con l’insegnante Franco Gambino». Anche il racconto di Gambino è ricco di suggestioni.

Il professore, infatti, ha raccontato a Ruffo e Nini Mazzei «le vecchie storie del paese che parlavano di una fornaia, di processioni e di una notte in cui avvenne una strana magia». «Dall’incontro fra leggenda e usanze popolari – concludono gli autori - e aggiungendo un pizzico di fantasia, è nata la favola di Giseppa, una bambina calabrese che emigra coi suoi semini di zucca esportando in America il rito del coccalu che oltreoceano prenderà il nome di Halloween». Ma chi sono Leonardo Ruffo e Nini Mazzei? Ecco i loro profili professionali.

LEONARDO RUFFO - Nato nel 1982 a Catanzaro. Musicista e compositore, nel 2010 si laurea e inizia a lavorare come Assistente Sociale per alcuni comuni Calabresi. Nel 2013, con gli amici dell’ Associazione Fantasia inizia un lungo viaggio fatto di laboratori di lettura e scrittura per tutta la Calabria tra i banchi delle scuole, nelle biblioteche e nelle librerie. Nasce la favola Nuvolandia (2014, La Rondine Edizioni), di cui cura l’assemblaggio insieme a Ninì Mazzei. Negli anni successivi vengono realizzate dai piccoli scrittori coinvolti nel progetto Sorrisi nove storie pubblicate, sempre con La Rondine Edizioni, in due e-book: 4 Storie per 4 Stagioni (2015) e Kitelonia, Posor e altri posti fantastici , di imminente pubblicazione. Nel 2016, esordisce nella scrittura con la storia Giseppa e il Fantasma pasticcione , nata dall’idea di raccontare ai bambini l’origine della festa conosciuta nel mondo come Halloween.

NINI MAZZEI - Nato nel 1963 a Catanzaro, attore, regista e autore di teatro, dopo varie esperienze di formazione e attività professionale in Italia e all’estero, dal 2013 si dedica al Progetto Sorrisi nelle scuole elementari, con una serie di laboratori sulla scrittura creativa, i giochi teatrali, l’uso e la costruzione del burattino di cartapesta. Nel 2014 per La Rondine Edizioni, cura insieme a Leonardo Ruffo o la favola Nuvolandia , risultato dell’incontro creativo con 146 bambini di tutta la Calabria, e anche due e-book: 4 Storie per 4 Stagioni (2015) e Kitelonia, Posor e altri posti fantastici , di imminente pubblicazione. “Giseppa e il Fantasma” pasticcione è il suo esordio letterario.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?