Salta al contenuto principale

Sanità, il Consiglio dei Ministri ha deciso: via Scura

Nominati nuovo commissario della Calabria e il vice

Inascoltato Oliverio che aveva chiesto un rinvio

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il generale Saverio Cotticelli
Tempo di lettura: 
2 minuti 35 secondi

CATANZARO - In Consiglio dei ministri è stata approvata la nomina dei commissari e subcommissari ad acta per la sanità di Calabria e Molise. Ne dà notizia, su Facebook, la ministra della Salute Giulia Grillo. Il commissario del Molise è il generale della Guardia di Finanza Angelo Giustini, il subcommissario Ida Grossi. In Calabria, il commissario è il generale dei Carabinieri Saverio Cotticelli e il subcommissario Thomas Schael (L'ANTICIPAZIONE DEL QUOTIDIANO).

«In Consiglio dei Ministri è stata approvata la nomina dei commissari e subcommissari ad acta per la sanità di Calabria e Molise. Legalità, trasparenza e competenza per la salute dei cittadini!» Lo scrive in un post su facebook il ministro della Sanità Giulia Grillo che sottolinea: «I commissari ad acta sono figure di garanzia».

SCOPRI I CONTENUTI SUL COMMISSARIAMENTO DELLA SANITÀ CALABRESE

«In Calabria, il commissario è il generale dei Carabinieri Saverio Cotticelli e il subcommissario Thomas Schael. Si tratta di nomine cruciali per questi territori, che hanno non solo difficoltà di bilancio, ma soprattutto che non riescono a dare ai cittadini il livello di servizi sanitari che la legge richiede. Sono realtà diverse, non posso sovrapporre le due situazioni, tuttavia, per i cittadini il risultato non cambia: hanno diritto a una sanità migliore e a servizi efficienti», scrive Grillo.

«Mi hanno fatto qualche critica per aver enfatizzato il bisogno di legalità quale presupposto della scelta dei nomi (LE ANTICIPAZIONI DEL MINISTRO). I commissari ad acta sono figure di garanzia, che incarnano i valori della competenza, onestà e trasparenza, da sempre miei cavalli di battaglia. Sono sicura che porteranno buoni risultati.Per gli incarichi di subcommissari ho scelto personalità di chiara fama e competenza nella gestione della sanità pubblica. Le personalità designate stasera dal Cdm hanno tutti i requisiti per fare un buon lavoro, vi assicuro che lavoreremo a stretto contatto e tra sei mesi valuteremo i risultati», scrive Grillo che sottolinea: «Voglio rassicurare i cittadini molisani e calabresi che l’impegno di questo governo è totale per risollevare la sanità delle loro regioni. Lo ripeto in ogni mio intervento, il diritto alla salute va garantito in ogni angolo del Paese, senza disparità e riducendo al massimo le diseguaglianze che per me sono intollerabili. Auguro un buon lavoro ai nuovi commissari e subcommissari e invito tutti i cittadini del Molise e della Calabria a condividere questo mio post per far conoscere questa bella notizia per la loro sanità».

Il presidente della Regione, Mario Oliverio, aveva provato a fare slittare la nomina, chiedendo «il rinvio ad altra data da comunicarsi, possibilmente, con ragionevole preavviso, della deliberazione». Una richiesta inutile, dal momento che il Governo ha proseguito il percorso e ufficializzato le nomine. Oliverio si aveva anche ribadito «l’assoluta necessità, già evidenziata al Presidente del Consiglio Conte ed ai precedenti Governi, di superare lo strumento del commissariamento dal momento che, dopo circa dieci anni, la condizione del servizio sanitario regionale è peggiorata sia relativamente ai livelli essenziali di assistenza (LEA) che allo squilibrio finanziario e di bilancio. Un decennio di commissariamento - ha aggiunto il governatore - è servito a fare conseguire alla mia regione il tristissimo primato della più alta emigrazione sanitaria». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?