Salta al contenuto principale

Acceso l'albero di Natale della città di Cosenza

Cresce l'attesa per i nomi del concerto di Capodanno

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il sindaco Occhiuto durante l'accensione dell'albero di Natale a Cosenza
Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

COSENZA - Roma, Milano, Firenze o anche New York. Cosenza non ha nulla da invidiare a queste grandi città perché anche lei ha il suo maestoso albero di Natale. Il sindaco Mario Occhiuto ha preso parte alla cerimonia di accensione che ha attirato tanti cittadini desiderosi di assistere allo spettacolo nonostante il maltempo. Accanto al sindaco, anche l’assessore Loredana Pastore e la portavoce Iole Perito che ha condotto la cerimonia. Una celebrazione che ha dato ufficialmente il via alle festività natalizie anche grazie all’atmosfera creata da Elisabetta Eneh che, con canti di Natale e gospel energici ha animato la manifestazione.

Non solo, la cantante ha voluto regalare alla città il suo ultimo inedito “Fake”, in attesa dell’uscita dell’omonimo album nei prossimi giorni. Con un conto alla rovescia si sono accese le luci del maestoso albero su corso Mazzini, una tradizione oramai che contribuisce a rendere Cosenza una città sempre più accattivante. Lo conferma il sindaco Occhiuto che si è scusato con i cittadini per i disagi che lavori in corso o manutentivi spesso possono creare. E in vista degli appuntamenti che porteranno queste festività ha aggiunto: «Vi invito a vivere all’aperto, a stare insieme, ad accogliere gli ospiti e ad essere orgogliosi di questa città».

Nell’augurare buone feste alla cittadinanza poi, ha voluto rivolgere un abbraccio ai bambini, ai disabili, ai meno fortunati: «Ricordiamoci di portare loro sempre tanto affetto».

Nonostante la speranza di molti, nessuna notizia sul capodanno è trapelata. L’idea dell’amministrazione rimane sempre quella di portare in città un capodanno dedicato ai giovani. È così che la lista dei nomi comincia quantomeno a seguire una linea: rap, trap, indie sono i generi che vanno per la maggiore e dunque è bene concentrarsi su artisti “del settore”.

Tra i papabili per adesso c’è Fabri Fibra o ancora Ultimo, vincitore delle nuove proposte dello scorso festival di Sanremo. Nella rosa però rientrano anche Luca Carboni, Giusy Ferreri e il cantautore romano Alessandro Mannarino. A mettere tutti d’accordo, abbracciando più generazioni, potrebbe essere J-Ax anche se non sono da escludere neppure i Pet Shop Boys direttamente dagli anni ’80. Per adesso si attende l’annuncio ufficiale per la festa che accompagnerà l’arrivo del primo dell’anno. Intanto qualche anticipazione è stata data per il cartellone di “Buone feste cosentine” che verrà reso pubblico domani: in programma tanti appuntamenti nel centro cittadino e nel centro storico, tra cui una vera e propria balera con l’orchestra Casadei.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?