Salta al contenuto principale

Il calendario che omaggia la bellezza mediterranea

"Bella e baciata dal sole" del calabrese Esposito

 

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Uno degli scatti per il calendario
Tempo di lettura: 
2 minuti 47 secondi

E' STATO presentato il Calendario 2019 “Bella e Baciata dal sole” ideato da Salvo Esposito, giornalista calabrese di moda e costume, con la prefazione del principe scrittore Vincenzo Caracciolo d’Aquara.

Il Calendario benefico vuole essere un omaggio alla bellezza della donna mediterranea e dell’Italia, in similitudine tra loro, con una serie di scatti in luoghi che rappresentano i punti fondanti della nostra storia. Questo progetto inizia con dei virgolettati di alcune Celebrity sulla nostra amata penisola, scritti da Caterina Balivo, Roberta Capua, Valeria Marini, Cristina Parodi e Ilaria Spada. In copertina troneggia Ludovica Moggi, figlia di Alessandro nonché nipote di Luciano.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI SULLE INIZIATIVE DI SALVO ESPOSITO

Nel Calendario sono della partita anche l’ex annunciatrice di RAI 1 Elisa Silvestrin e la nobildonna Teresa dei Marchesi Serra Cassano. Le patinate immagini si sfogliano a partire dalle atmosfere elleniche del tempio di Era a Metaponto e il mito di Ulisse decantato da Omero nell’Odissea. Il poeta greco nei suoi brani scriveva che la Sirena Partenope si poteva incrociare nelle acque tra Capri e Sorrento, ecco perché la mia scelta è caduta sulla terrazza dell’Excelsior Vittoria di Sorrento, dove soggiornò i tenore Caruso, per il quale Lucio Dalla compose una indimenticabile canzone a lui dedicata.


 

Secondo la leggenda la Sirena Partenope morì dove oggi sorge Castel dell’Ovo. Poi è la volta dell’impero romano, emblema indiscusso di questo periodo storico è il Colosseo. Proseguendo il mio viaggio, si arriva al Medioevo, ed il massimo splendore si ha nel capoluogo Campano con il Maschio Angioino costruito da Carlo I°d’Angiò. Altra location è il Castello Caracciolo nel Sannio, costruito attorno a una torre di avvistamento romanica del XIII secolo ai piedi del Monte Taburno.

A rappresentare il Rinascimento sono invece la magnifiche cantine Guicciardini Strozzi nella Tenuta Cusona, dove le Principesse Natalia (anche attrice) e Irina Strozzi, discendenti della famosa Gioconda dipinta da Leonardo, producono la loro Vernaccia di San Gimignano, storico vino declamato da Dante, Michelangelo e Boccaccio e prediletto dalla famiglia de’ Medici. Il seicento e il settecento invece è rappresentato dalla maestosa dimora Borbonica, ovvero il Palazzo Reale di Napoli. Il periodo del Risorgimento è stato scattato nella tenuta Torello teatro della battaglia del Volturno tra Garibaldini e Borbonici e antistante Teano, storico luogo di incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele III.

A rappresentare il secolo passato il salone di casa Caracciolo in Napoli, scelto da grandi registi del ‘900 come Rossellini e De Sica per alcune scene dei loro film e da Ferzan Ozpetec per “Napoli Velata” vincitore quest’anno del David di Donatello per la scenografia. Cornice dello scatto per il terzo millennio è l’Auditorium Parco della Musica, imponente progetto di Renzo Piano in quel di Roma. Il mese di dicembre è dedicato al Natale con l’eccellenza dei pastori di San Gregorio Armeno del maestro Marco Ferrigno.

Gli Scatti sono stati realizzati da: Marco e Gianluca Baldassarre, Lorenzo Cabib, Salvatore Madeo, Gaetano Mansi, Fabio Renzo e Linda Frosini. Inoltre i sontuosi abiti sartoriali sono di : Renato Balestra, Marella Ferrera, Egon Fourstenberg, Gai Mattiolo, Amina Rubinacci e Riccardo Selvaggi New Generation Partenopea. Mentre la Sartoria maschile con i suoi abiti su misura e le cravatte è rappresentata dallo storico marchio Rubinacci. L’ Hair Styilist ed i Make Up sono stati realizzati da Mariassunta Vanità e Saccucci Masterclass Roma.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?