Salta al contenuto principale

Viadotto Cannavino, l'Anas rassicura gli utenti

«Non ci sono criticità sulla staticità dell'opera»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il viadotto Cannavino
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

CELICO (COSENZA) - Dopo aver ricevuto diverse segnalazioni su web e social network, l'Anas ha effettuato un sopralluogo sul viadotto Cannavino a Celico, in provincia di Cosenza. Dal sopralluogo effettuato da parte dei tecnici Anas, si è potuto constatare la presenza di piccole porzioni di calcestruzzo sul tratto di strada comunale ‘bypassata’ dal viadotto Cannavino.

Allo stato attuale sono in corso verifiche tecniche per stabilire l’origine di tali porzioni di calcestruzzo in ogni caso l'Anas precisa che «non sussistono criticità per la staticità dell’opera d’arte».

Inoltre, «è stata ultimata la progettazione dell’intervento per l'adeguamento sismico del viadotto il cui avvio dei lavori è previsto a partire entro la primavera del 2019», mentre «è stato avviato un tavolo tecnico di confronto con i rappresentati del territorio per definire le opere compensative. L’intervento avrà un importo di 4 milioni di euro ed una durata di circa dodici mesi, con l’esecuzione dello stesso si procederà ad un ripristino corticale del calcestruzzo e all’ adeguamento sismico secondo la normativa vigente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?