Salta al contenuto principale

È morto l'imprenditore cosentino Antonio Schiavelli

Era il presidente dell'Unione dei produttori ortofrutticoli

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Antonio Schiavelli
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA) - È morto Antonio Schiavelli (59 anni), produttore calabrese di agrumi e presidente di Unaproa (Unione nazionale tra le organizzazioni di produttori ortofrutticoli).

A rendere nota la scomparsa dell'imprenditore è Coldiretti che ha anche espresso, tramite il suo presidente Ettore Prandini e il segretario generale Vincenzo Gesmundo, «Profondo cordoglio».

Prandini e Gesmundo hanno sottolineato «l'impegno incessante per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’Organizzazione economica dei produttori».

La Coldiretti ne ricorda la profonda conoscenza del settore ortofrutticolo e la grande capacità organizzativa che ha voluto fino all’ultimo condividere con gli altri contribuendo allo crescita competitiva del Made in Italy.

La camera ardente è stata allestita a Roma nella sede nazionale della Coldiretti a Palazzo Rospigliosi in via XXIV Maggio 43 domani venerdì 26 aprile dalle 12.00 alle 14.30. Poi la salma sarà trasportata a Corigliano dove sabato 27 aprile alle ore 16.00 si terranno i funerali nella Chiesa di San Antonio.

Antonio Schiavelli, nato a Corigliano Calabro l'8 novembre 1960, agrumicoltore e cooperatore, socio e dirigente storico di Coldiretti Cosenza, già consigliere di amministrazione di CampoVerde S.p.A., già amministratore delegato del Consorzio Sibarit, era Amministratore Delegato del Consorzio Pomez O.P. Società Coop.Agricola, rappresentante legale dell’azienda agricola Eredi Schiavelli Francesco, oltre che presidente di Unaproa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?