Salta al contenuto principale

Sanità, chiudono servizi nel Cosentino: è protesta

Cittadini e sindaci contro la decisione dell'Asp

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'Azienda sanitaria di Cosenza
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

COSENZA - Alcune centinaia di cittadini ed i sindaci della Valle dell’Esaro stanno manifestando dopo la decisione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza di spostare i due biologi in servizio presso il Capt di San Marco Argentano all’ospedale Spoke di Castrovillari. Trasferimento che secondo i primi cittadini porta alla chiusura del laboratorio analisi, a discapito di migliaia di cittadini che si recano nell’ex ospedale civile "Ferrari" per effettuare le analisi.

Sono presenti all’interno dell’ex ospedale di san Marco Argentano i sindaci della città Virginia Mariotti, di Fagnano Castello Giulio Tarsitano, di Santa Caterina Albanese Roberta La Valle, di Cervicati Massimiliano Barci, di Mongrassano Ferruccio Mariani e di Roggiano Gravina Ignazio Iacone.

Al termine della protesta, il sindaco di San Marco Argentano Virginia Mariotti ha affermato: «Una mattinata intensa conclusa con una presa di posizione netta: il nostro territorio ha sofferto fin troppo a causa di scelte che lo hanno ingiustamente penalizzato».

«È arrivato il momento di dire basta - ha aggiunto - e proprio per questo la nostra protesta continuerà nei prossimi giorni e già domani, insieme ai cittadini, ci recheremo presso la sede Asp di Cosenza per far sentire la nostra voce. Siamo stanchi di essere trattati da cittadini di serie B. Chiediamo che siano realizzati tutti i servizi previsti nell’atto aziendale e che siano avviati i lavori di adeguamento sismico e messa in sicurezza del presidio. Non ci fermeremo fino a quando non avremo risposte concrete».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?