Salta al contenuto principale

Cattivi odori dal depuratore, protesta a Gioia Tauro

Nell'impianto liquami e percolato da tutta Italia

Calabria
Chiudi

Un depuratore in funzione

Apri
Didascalia Foto: 
Depuratore
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

GIOIA TAURO (REGGIO CALABRIA) - Manifestazione di protesta stamattina davanti ai cancelli della Iam la società che gestisce il mega depuratore di Gioia Tauro per protestare ancora una volta, informano gli organizzatori, «contro i cattivi odori che l’impianto emana soprattutto di sera e che avvolgono quasi tutta la città».

Nei giorni scorsi i miasmi prodotti dall’impianto della Iam hanno allarmato i cittadini che si sono riversati davanti ai cancelli manifestando tutto il loro disappunto. Il sindaco di Gioia Tauro Aldo Alessio si è subito recato sul posto attivando la Polizia di Stato e l’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria. Una funzionaria relazionerà oggi su quanto accaduto e redigerà una relazione che sarà poi spedita alla Procura della Repubblica.

Saranno centinaia i cittadini ormai esasperati, tra i primi quelli del Quartiere Fiume che insieme al sindaco scenderanno in piazza annunciando di essere pronti a fare di tutto per fermare le autobotti dirette alla Iam.

Si tratta di autocisterne che provengono da molte regioni italiane cariche di liquami, di percolato prodotto in molte discariche del Sud e di altro materiale ancora che viene depurato a Gioia Tauro in forza di un’autorizzazione della Regione Calabria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?