Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – In arrivo una nuova ondata di caldo, confrontabile a quella che ha travolto l’Italia tra fine giugno e i primi di luglio, con temperature fino a 38-40 gradi; Firenze, Terni e Ferrara saranno le città più calde. Colpa dell’anticlone africano, che oltre all’intera penisola farà sentire i suoi effetti sull’Europa meridionale, soprattutto in Francia e Spagna, rileva il meteorologo Andrea Vuolo, di 3bmeteo.com.

In Calabria, in particolare, si potranno registrare temperature fra i 35 e i 36 gradi e con tassi elevati di umidità.

Secondo le previsioni meteo, dunque, «anche questa volta – evidenzia l’esperto – siamo alle porte di una delle più intense e persistenti ondate di caldo degli ultimi anni per le Alpi e per la Pianura Padana». Si prevede che da metà settimana la temperatura possa raggiungere 30 gradi anche a quote comprese fra 1.000 e 1.500 metri sulle Alpi centro-occidentali, in particolare tra Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Trentino Alto Adige, con lo zero termico che andrà a sfiorare nuovamente i 4.800-5.000 metri. Nel Sud il caldo si farà sentire un pò meno, ma localmente si potranno raggiungere 35 gradi nei settori interni. «L’anticiclone subtropicale – osserva il meteorologo – potrebbe persistere, probabilmente, fin verso la fine di luglio, con cieli ben soleggiati e precipitazioni pressoché assenti quasi ovunque, fatta eccezione per isolati e veloci acquazzoni pomeridiani sulle Alpi centro-orientali nel prossimo weekend».

A Firenze, Terni e Ferrara si potrebbero raggiungere picchi di 39-40 gradi; temperature comprese fra 37 e 38 grandi anche su molte città del Centro-Nord, da Alessandria a Grosseto, Viterbo e Frosinone; temperature fra 35 e 36 gradi in molta città di Piemonte e Lombardia, fino a Umbria, Lazio, Campania e Calabria. Previsti anche elevati tassi di umidità, con notti afose in tutta la penisola, soprattutto nella seconda parte della settimana e nel prossimo weekend.