L'intervento del questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco

Tempo di lettura < 1 minuto

É STATA celebrata anche in Calabria la Festa per il 167esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato, con gli interventi dei cinque Questori della regione. A Catanzaro, il questore Amalia Di Ruocco, ha sottolineato l’impegno «per la crescita culturale nella legalità dei giovani», riferendo di averne incontrati, nell’anno scolastico in corso, quasi 4.300. Secondo il questore del capoluogo calabrese, nella lotta alla ‘ndrangheta «chi dovrà fare la differenza per la Calabria devono essere i cittadini».

Il questore di Reggio Calabria, Maurizio Vallone, ha detto che «i componenti dell’Istituzione Polizia di Stato si sentono parte attiva del processo di crescita democratica del Paese». A Cosenza, dopo l’intervento del questore, Giovanna Petrocca, é stato presentato un film-documentario realizzato dal Gabinetto provinciale della Polizia scientifica.

Il questore di Crotone, Massimo Gambino, ha sottolineato che «tutti i poliziotti sono consapevoli di rendere un servizio indispensabile al vivere civile». A Vibo Valentia, infine, il questore, Andrea Grassi, ha sostenuto che «occorre elevare stima e fiducia per essere sempre credibili, oltre che efficienti, efficaci e trasparenti».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •