X
<
>

Esami di maturità

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – «Esame avviato in modo ordinato. Tutto procede tranquillamente». A poche ore dall’avvio della prima prova per gli esami di maturità, il Ministero dell’Istruzione rassicura tutti sulle corrette procedure.

Alle 9 sono state aperte le buste con le tracce per la prima prova, relativa all’elaborato d’italiano. Tra i temi d’attualità nella prima prova di maturità uno è sull’importanza degli uomini di Stato per la storia del nostro Paese, traendo spunto da un discorso fatto in occasione dei 30 anni dall’uccisione, per mano della mafia, del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa; l’altro invita a interrogarsi sul Ruolo dello sport nella storia e nella società, partendo da un articolo del giornalista Cristiano Gatti (pubblicato su ‘Il Giornale’) che racconta le gesta del ciclista Gino Bartali.

“L’importanza del patrimonio culturale”, partendo da un libro di Tomaso Montanari (“Istruzioni per l’uso del futuro. Il Patrimonio culturale e la democrazia che verrà”) è il terzo tema per il testo argomentativo nella prima prova di maturità, mentre un testo di Steven Sloman e Philip Fernbach tratto da “l’illusione della conoscenza”, è una delle tracce proposte per l’analisi e l’argomentazione di un brano.

Sono 13.161 le commissioni d’Esame impegnate in Italia per 26.188 classi coinvolte. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione all’Esame è del 96,3%. Nonostante l’impegno assiduo, qualche disagio si è verificato in Calabria.

Il Miur, infatti, sembra averne combinata un’altra delle sue nelle scuole dell’hinterland paolano. Dopo la misteriosa scomparsa dei dati per la istituzione del nuovo Liceo Musicale di Paola dal “Sidi”, il sistema informatico del Ministero (al liceo c’è copia del corretto inserimento delle medesime informazioni), ieri è toccato all’Istituto di Istruzione Superiore “Pizzini-Pisani”, dove a poche ore di distanza dallo svolgimento della prova scritta dell’esame di maturità, i ragazzi della quinta classe dell’indirizzo di “Biotecnologie Sanitarie” si ritrovano senza la relativa commissione d’esame, nonostante solleciti e segnalazioni dei giorni scorsi.

Il Quotidiano ha verificato fino alle ore 22, riscontrando che delle tre scuole con indirizzo “Biotecnologie Sanitarie” presenti nella Provincia di Cosenza, ossia Itas “Nitti” di Cosenza, l’Iti di Acri e, appunto, l’Itcg di Paola “Pizzini”, quest’ultimo era l’unico per il quale non era stata inserita la relativa commissione, presumibilmente perché mai nominata, trattandosi di un nuovo corso di studio. Quindi un presunto errore che, si spera, venga risolto questa mattina, contestualmente all’inizio della prova scritta. Gli alunni, intanto, fino a ieri sera hanno protestato vibratamente su facebook, salutando il Miur, in modo sarcastico, “con affetto e tanta stima”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares