X
<
>

il Vescovo emerito di Mileto-Nicotera-Tropea Luigi Renzo

Tempo di lettura 2 Minuti

MILETO (VIBO VALENTIA) – È stata confermata dall’amministratore apostolico, mons. Francesco Oliva, la celebrazione eucaristica organizzata in Cattedrale per i 50 anni di sacerdozio del vescovo emerito di Mileto-Nicotera-Tropea, Luigi Renzo, celebrazione che sarà anche l’occasione per il saluto ufficiale del presule alla diocesi dopo 14 anni di episcopato.

La messa si svolgerà il prossimo 12 agosto, come programmato prima del terremoto legato all’accettazione da parte della Santa Sede della rinuncia all’episcopato (LEGGI) presentata, ufficialmente per ragioni di salute, da mons. Renzo. Dimissioni che, però, tanti dubbi hanno suscitato (LEGGI).

In ogni caso, lo scorso 2 luglio mons. Oliva ha «compiuto – si legge in una nota della curia – formale ingresso nella nostra Chiesa diocesana facendo visita al Vescovo emerito, alla Basilica Cattedrale e ai locali della Curia Vescovile, intrattenendosi con gli ufficiali di Curia».

LEGGI LA LETTERA ALLA DIOCESI DELL’AMMINISTRATORE APOSTOLICO FRANCESCO OLIVA

Nel corso della sua visita «ha firmato il decreto con il quale conferma, in forma delegata, il Vicario Generale e i Vicari Episcopali, e altresì tutti i responsabili degli uffici e degli incarichi
pastorali già conferiti a livello diocesano».

Inoltre, «dalla data di nomina e fino a che il nuovo Vescovo prenderà canonico possesso della Diocesi, Francesco Oliva assume tutte le facoltà del Vescovo diocesano, secondo il diritto canonico».

Andando nel dettaglio, mons Oliva ha confermato «le potestà e le facoltà concesse al Vicario Generale Mons. Filippo Ramondino come Delegato ad omnia, con facoltà di firmare tutti gli atti che le disposizioni sinora vigenti in Diocesi assegnavano al Vicario generale». Il presule ha altresì confermato «i Vicari episcopali: Mons. Vincenzo Varone (Vicario per la pastorale) Mons. Gaetano Currà (Vicario per la cultura), Rev. Padre Francesco La Ruffa (Vicario per la vita religiosa)» e «tutti i responsabili degli uffici e degli incarichi pastorali già conferiti a livello diocesano».

Al contrario «il Consiglio Presbiterale cessa dalle proprie funzioni che sono assunte dal Collegio dei Consultori. Parimenti cessa dalle sue funzioni il Consiglio pastorale diocesano, mentre permangono immutate le competenze del Consiglio per gli affari economici diocesano».

Viceversa «non cessa dal proprio incarico il Vicario Giudiziale mons. Saverio Di Bella, così come per le disposizioni generali del diritto restano confermati i compiti del Cancelliere don Lucio Bellantoni».

Nel testo la curia ha precisato che «rinnovando la nostra gratitudine al Vescovo emerito mons. Luigi Renzo, sosteniamo il delicato mandato di mons. Oliva con la nostra preghiera e con i sensi di filiale obbedienza».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA