X
<
>

Antonio Biafora

Tempo di lettura 2 Minuti

Sono Antonio Biafora e Emanuele Strigaro

Palermo – Il conto alla rovescia è già partito e l’attesa è per martedì 31 gennaio quando, alle storiche Terrazze di Mondello (Palermo), sarà proclamato il Miglior Chef under 30 del sud Italia. Una gara di cucina tra dieci giovani cuochi provenienti da Sicilia, Calabria, Campania e Puglia che si concluderà con la realizzazione di una cena esclusiva da otto portate che sarà servita martedì sera al Palace Hotel di Mondello. La competizione è – “Gara di Gusto” – è ideata dal quotidiano online Cronache di Gusto con l’obiettivo quello di scovare i migliori talenti della cucina italiana.

Una gara che va avanti da quasi un anno, mesi in cui giovani chef di Sicilia, Calabria, Puglia e Campania, si sono sfidati manche dopo manche fino a giungere ai dieci finalisti. Presidente di giuria sarà lo chef Mauro Uliassi, due stelle Michelin con il suo “Ristorante Uliassi” di Senigallia, che assaggerà e valuterà i piatti dei dieci concorrenti in gara. A suo fianco una giuria composta da chef e giornalisti di settore provenienti da tutta Italia.

I dieci chef finalisti

Ma chi sono i dieci chef finalisti della Gara di Gusto? Tre i siciliani: Salvo Campagna del ristorante “Secondo Tempo” di Termini Imerese (Palermo), Giuseppe Raciti di “Zash” di Riposto (Catania) e Tommaso Stancampiano della “Locanda del Gusto” di Palermo.

Due i campani: Luigi Salomone di “Piazzetta Milù” di Castellammare di Stabia (Napoli) e Valentino Buonincontri del ristorante “Dama” di Marignano.

Due anche i calabresi, Antonio Biafora del “Biafora Restaurant” di San Giovanni in Fiore (Cosenza) e Emanuele Strigaro di “Strigaro a Palazzo Foti” a Crotone.

Infine, dalla Puglia provengono Donato Calvi di “Calvi Ristorante” ad Altamura, Domenico Capogrosso dell’”Osteria del Buono” di Trani e Salvatore Amato di “Borgo Valle Rita” a Ginosa Marina.

“Per Cronache di Gusto è un modo per celebrare l’enogastronomia di qualità e scoprire nuovi talenti, lanciandoli nel firmamento della ristorazione del Sud – spiega il direttore Fabrizio Carrera – Crediamo nei giovani e nelle loro capacità di tracciare le strade per il futuro. Siamo anche convinti che la ristorazione di alta qualità sia un grande volano per il riscatto di tutto il Sud Italia e pertanto i giovani vanno motivati, incoraggiati e sostenuti, qualora dimostrino passione, tenacia e un pizzico di orgoglio”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares