Tempo di lettura 2 Minuti

TREBISACCE (CS) – Dopo il successo della prima edizione, l’associazione culturale Rizoma, con il patrocinio del Comune di Trebisacce e in collaborazione con l’Associazione di volontariato Le Nove Lune di Trebisacce, presenta la seconda edizione di Ambient-Arti, festival del meticciato culturale e delle energie rinnovabili, che si terrà il 12 agosto 2014 a Trebisacce, presso il Parco Giochi del Lungomare a partire dalle 19.

L’idea, spiegano gli organizzatori, è che «i flussi migratori possono essere concepiti come flussi di energia che si rinnova allo stesso modo di quella fotovoltaica, eolica, geotermica; in questo senso la multiculturalità è una fonte rinnovabile di energia sociale».

Cultura meticciata ed energie rinnovabili sono quindi il liet motiv del festival, che viene concepito come una grande festa in cui conoscere le infinite contaminazioni culturali che la vita ci propone ogni giorno e leggerle in chiave di rispetto e tutela dell’ambiente tramite le energie rinnovabili. 

GUARDA IL VIDEO: L’EDIZIONE 2013 DEL FESTIVAL

Sotto l’aspetto musicale il Festival si aprirà con un dj-set di Dj Prof di Trebisacce (reggae-ska-rap) alimentato, così come tutti gli altri stands e dj-set, da un sistema fotovoltaico off-grid. Dopo, tutti i presenti si potranno immergere nell’atmosfera sonora e visiva multiculturale proposta dai concerti dei gruppi Mólo Sâyat, provenienti da Belgio-Libano e Café Touba, giunti a Trebisacce da Italia-Senegal-Brasile e La Malamurga di Roma che proporrà una parata con giocolieri e artisti di strada. 

In ambito culinario, ad esaltare l’aspetto culturale della gastronomia internazionale e a testimoniare come il cibo sia ponte che unisce i popoli, lo stand di cucina multietnica (a cura dell’Associazione Le Nove Lune e con la collaborazione delle Associazioni La Kasbah di Cosenza e Cidis Onlus di Cassano allo Ionio) proporrà durante tutto il festival sapori e odori dei piatti tipici del Senegal, Marocco e della Palestina. Un’apoteosi di percezioni sensoriali per tutti i buongustai che non hanno paura di scoprire sapori innovativi e sconosciuti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •