Tempo di lettura 2 Minuti

REGGIO – Dopo il successo del concerto-evento della Premiata Forneria Marconi con Roberto Vecchioni (LEGGI LA NOTIZIA SULLO STORICO CONCERTO), che ha riaperto il Palacalafiore lo scorso 27 febbraio e il trionfo di Sergio Cammariere di sabato scorso (LEGGI LA NOTIZIA DELL’ANNUNCIO DEL CONCERTO DI CAMMARIERE), confermato per il prossimo sabato 9 maggio il concerto di Cristiano De Andrè al Teatro Cilea, terzo appuntamento di “Reggio d’Autore”, la prima edizione della rassegna organizzata da Ruggero Pegna con la collaborazione del Comune, fortemente voluta dall’assessore alla cultura Patrizia Nardi. 

LEGGI L’INTERVISTA A CRISTIANO DE ANDRE’ CHE ELOGIA LE DONNE CALABRESI

L’evento, inizialmente programmato per il 24 aprile, è stato definitivamente confermato per il 9 maggio, a causa della sopraggiunta comunicazione di indisponibilità del teatro per quella data. Il concerto di De Andrè, come è stato per i precedenti, fa parte anche del ricco programma di “Fatti di Musica Radio Juke Box 2015”, 29ma edizione della rassegna-festival regionale del Miglior Live d’Autore ideata e diretta dallo stesso promoter lametino. Cristiano De Andrè, uno dei cantautori oggi più amati, sia per i suoi successi sia per l’enorme patrimonio artistico e umano ereditato dal padre Fabrizio, sarà in concerto per la prima volta a Reggio. 

GUARDA IL VIDEO DI INVISIBILI UNO DEI SUCCESSI DI CRISTIANO DE ANDRE’

«Una rassegna di grande musica d’autore – afferma Pegna – ha quasi l’obbligo di dedicare una serata ai De Andrè, storia della canzone cantautorale che ha accompagnato ed accompagna varie generazioni. Cristiano è un autore e un musicista eccezionale, straordinario polistrumentista, ma anche, secondo me, l’unico credibile interprete ed esecutore delle canzoni di suo padre che porta dal vivo in modo impareggiabile ed emozionante, se vogliamo anche con una nuova energia. Penso di poter dire che, ormai, è un repertorio unico, grazie anche alle incredibili somiglianze, alla voce, alle sensibilità artistiche, mai come in questo caso indissolubilmente legate da un dna inconfondibile. Ricordo – prosegue Pegna – che nel 1998 accompagnò il padre in uno dei suoi ultimi concerti proprio al Palasport di Pentimele a gennaio e, poi, il 13 agosto nell’ultimo concerto di Fabrizio al Teatro al Castello di Roccella. Ora tornerà da protagonista del palcoscenico del Cilea per un concerto davvero imperdibile».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •