Salta al contenuto principale

Riparte "More": a Cosenza torna
la drammaturgia contemporanea

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

SARÀ una stagione teatrale ricca di eventi, quella del Teatro Morelli di Cosenza. Ritornano le serate del “More – La scena contemporanea a Cosenza”. Ad organizzare il cartellone del More sarà ancora una volta la compagnia Scena Verticale che vede la direzione artistica di Dario De Luca e Saverio La Ruina e la direzione organizzativa di Settimio Pisano che ieri ha illustrato il programma durante la conferenza stampa.

Il Progetto More, quest’anno suddividerà la programmazione teatrale in tre sezioni. La stagione invernale avrà inizio con la sezione “More Christmas” che proporrà agli spettatori un divertente concerto della Omissis Mini Orchestra “Scanti di Natale” il 26 dicembre – che rientra anche nel calendario della manifestazione Buone Feste Cosentine – ed il 29 dicembre uno spettacolo di e con Giancarlo Bloise “Cucinar ramingo-in capo al mondo”, vincitore del premio Dante Cappelletti 2012.

GUARDA IL VIDEO

Il 2016 invece si aprirà con una attenzione particolare al mondo dei giovani under 35 ed agli artisti emergenti, come previsto dal bando ministeriale. More Young sarà appunto il titolo della sezione che aprirà il sipario con due omaggi a William Shakespeare in occasione del quattrocentenario dalla sua morte. Il primo sarà il 25 febbraio con “Amleto” del CollettivO CineticO, che vanta una nomination al premio Ubu 2015; il secondo il 19 febbraio sarà invece “Hamlet Travestie” di Punta Corsara, vincitrice dei premi In-Box 2013, Ubu 2012, Ubu speciale ed Hystrio Altre Muse 2010. A fare da intermezzo ai due capolavori shakespeariani, uno spettacolo dedicato ai più piccini l’11 febbraio: “Pinocchio” di Zaches Teatro che vanta una selezione al premio In-Box 2015. La sezione More Young continuerà poi nel mese di marzo con altri due appuntamenti. Il 4 marzo, “Io, mai niente con nessuno avevo fatto” di Vuccirìa Teatro, vincitore del San Diego International Fringe Festival 2014 e del Roma Fringe Festival 2013, mentre l’11 marzo andrà in scena “Per Obbedienza” di Ura Teatro, spettacolo vincitore di Teatri del Sacro 2015. Per concludere la sezione dedicata ai giovani talenti, il 18 Marzo a calcare il palcoscenico del Teatro Morelli saranno le Operette Morali di Giacomo Leopardi; uno spettacolo riadattato in chiave ironica, il “De Revolutionibus. Sulla miseria del genere umano” di Carullo e Minasi, vincitore di Teatri Sacri 2015.

L’ultima sezione teatrale di questa programmazione avrà come titolo More Extra in cui due produzioni della compagnia Scena Verticale chiuderanno la stagione. L’1 aprile, “Masculu e Fìammina” di e con Saverio La Ruina, un work in progress presentato al Teatro India per la rassegna Garofano Verde-Scenari di Teatro Omosessuale. L’8 aprile invece, un lavoro tratto dal capolavoro Il Piccolo Principe di Saint Exupèry e completamente rinnovato: “Il Principino e la Rosa” di Dario De Luca. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?