Salta al contenuto principale

Orofino è il primo campione del nuovo Rischiatutto
Nella puntata in onda su Rai1 ha raddoppiato la vincita

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

DOPO la prima puntata da record di giovedì sera con in gara i vip (con uno share del 30.79% e 7.537.000 telespettatori) ieri sera Fabio Fazio è tornato con il “Rischiatutto” , il famoso quiz di Mike Bongiorno con l’ultima puntata andata in onda il 25 maggio 1974. I primi tre concorrenti sono stati: Guido Ennio Molinari di Monza, che si è presento sulla Musica Sinfonica, Roberta Grandi, di Imola, che ha scelto come materia Marilyn Monroe, e Stefano Orofino, il professore di Storia e Filosofia di Cleto, in provincia di Cosenza, che ha portato come argomento la storia della Juventus e che si è aggiudicato il primo titolo di campione di Rischiatutto. Dopo un esilarante Fiorello che ha dato il meglio di sé si è partiti dalle domande preliminari in cui Orofino e Molinari hanno fatto l’en plein conquistando i loro primi 30.000 euro.

Il calabrese è riuscito a rispondere a tutte le domande anticipando le risposte già durante i quesiti posti da Fazio: il nome del liceo frequentato dagli studenti che nel 1897 fondarono la Juve; il nome del calciatore che ha indossato la maglia numero 10 dopo l’addio di Del Piero; i gol di Trezeguet; le presenze di Zoff e chi segnò il rigore nel 1982 per ottenere lo scudetto. Si è passati poi al “Tabellone”, con Fiorello “incastonato” in una casella del tabellone stesso animando domande e risposte. In questa fase il calabrese ha avuto la meglio sugli altri due concorrenti mettendo da parte 66.000 euro, Molinari 38.000 euro e Grandi 31.000 euro. Dopo lo show di Fiorello che ha ricordato il grande Mike Bongiorno, si è andati alla terza fase del rischiatutto nelle cabine con la “domanda a raddoppio” sulle materie scelte dai concorrenti. Nulla da fare per Roberta Grandi e Guido Ennio Molinari che perdono tutto.

Il professore Orofino deve rispondere sulla finale di Champions league che la Juventus giocò a Roma la sera del 22 maggio 1996 e che terminò 1-1 e dopo i tempi supplementari si decise ai rigori. Orofino risponde sul filo del rasoio a tutti i quesiti, con qualche secondo perso per colpa di Fazio che contesta una risposta esatta. L’esperto della Juve riesce a rispondere: a quali giocatori, cambi compresi, Marcello Lippi fece scendere in campo; chi segnò i gol; a quali due giocatori dell’Ajax il portiere parò i rigori e chi trasformò i rigori per la Juve. Con 132.000 euro diventa il primo campione del Rischiatutto di Fazio e a fine puntata dice «è la realizzazione di un sogno». «Io non andavo a scuola per guardare i programmi di Mike – ha detto Orofino - mio padre a Cleto faceva “Lascia o raddoppia” all’azione cattolica e mi ha trasmesso questa cosa da bambino».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?