Salta al contenuto principale

Catanzaro: Scamarcio, Roth, Hawass, Guanciale

Parata di stelle al Magna Graecia film festival

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 50 secondi

CATANZARO - Le sorpreser del “Magna Graecia film festival” continuano, giorno dopo giorno, a disegnare un’edizione 2017 da immortalare. Il festival cinematografico ideato e diretto da Gianvito Casadonte (che quest’anno si svolge dal 29 luglio al 5 agosto) accenderà l’estate a Catanzaro: dal suo quartiere marinaro al centro storico.


 

L’ultima news, infatti, vede il graditissimo ritorno di Riccardo Scarmarcio ospite speciale sul tappeto rosso alla sera nella location del porto e protagonista di una master class nel nel chiostro del complesso monumentale del San Giovanni nel centro storico del capoluogo. Di certo, in molti ricorderanno l’arrivo di Scamarcio al Magna Graecia film festival insieme a Valeria Golino nell’edizione del 2013 (LEGGI LA NOTIZIA). Lei in gara con “Miele” la sua opera prima da regista; lui produttore del film dedicato al tema doloroso e discusso dell’eutanasia. Valeria vincitrice per quella amatissima opera prima, Riccardo sul podio più alto come miglior produttore. Ma torniamo all’oggi. La kermesse dedicata alle opere prime e seconde quest’anno nel nome di Marcello Mastroianni, ha già incassato presenze blasonate.

Casadonte ha ufficializzato la presenza di una star internazionale: l’attore londinese Timothy Simon Smith, in arte Tim Roth (LEGGI LA NOTIZIA). Indimenticabili le sue interpretazioni in “Le Iene” e “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, ne “La leggenda del pianista sull’oceano” di Giuseppe Tornatore; la partecipazione a “The Million Dollar Hotel” di Wim Wenders. E non solo. Fra i tanti riconoscimenti ottenuti da Roth anche una nomination all’Oscar nel ’96 per “Rob Roy” di Michael Caton-Jones. Al Magna Graecia Film Festival Roth riceverà il Magna Graecia Award. Prevista anche la proiezione dell’ultimo lavoro realizzato da regista e dedicato al tema dell’anoressia. Roth, come Scamarcio, terrà anche una master class durante la quale incontrerà in pubblico e, in particolare, gli appassionati di cinema e recitazione.

Altro ospite Zahi Hawass: archeologo di fama, già ministro egiziano delle Antichità e direttore degli scavi a Giza, Saqqara, Bahariya, e la Valle dei Re. Di Hawass in una biografia in rete si legge: «Ha portato il mondo dei faraoni nelle case e nei cuori delle persone in tutto il mondo attraverso le sue numerose apparizioni televisive e con i suoi libri...». Hawass al Mgff presenterà “Il Loto e il Papiro”, l’opera teatrale, ambientata nell’Antico Egitto, scritta da Francesco Santocono, giornalista catanese esperto di egittologia e appassionato del dramma antico. Una interessante novità nel panorama letterario internazionale. Ancora parterre.

La madrina del Magna Graecia film festival ricordiamo è Giulia Elettra Gorietti (LEGGI). Dopo Catrinel Marlon, Chiara Francini e Chiara Baschetti, a calcare il red carpet del Magna Graecia Film Festival sarà uno dei volti nuovi e più promettenti del cinema e della televisione italiana. La giovane attrice ha già diversi lungometraggi per il Grande Schermo (Suburra, La cena di Natale...) nonché serie televisive (Solo per amore).

Tra gli ospiti, figurano anche Lino Guanciale quest’ anno protagonista della serie poliziesca-fantastica “La porta rossa”, diretta da Carmine Elia e Antonello Fassari, amatissimo attore anche per ruoli di Cesare nella serie televisiva “I Cesaroni” e di Ciro Buffoni nel film ”Romanzo Criminale”. La giuria,infine, sarà cosi: Antonello Fassari, Sbastiano Somma, Tonino Zangardi, Alessandro Haber, Mauro Mazza e Alessio Boni. La conferenza stampa di presentazione svelerà ogni sorpresa!

SCOPRI I CONTENUTI SUL MAGNA GRAECIA FILM FESTIVAL
NEL FASCICOLO AD AGGIORNAMENTO DINAMICO
DEL QUOTIDIANO DEL SUD

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?