Salta al contenuto principale

Il "Memorial Barone" ricorda le vittime della strada

A Catanzaro l'iniziativa con cantanti e artisti

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Giovanna Camastra
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

CATANZARO - Verrà ricordato anche quest’anno Giovanni Barone, un ragazzo del quartiere marinaro della città di Catanzaro scomparso prematuramente il 20 luglio del 2002 in un incidente stradale mentre si recava al lavoro, con una serata in memoria delle vittime della strada. Il tradizionale memorial “Giovanni Barone”, divenuto ormai un appuntamento fisso nella stagione estiva nel quartiere Lido di Catanzaro e giunto alla sua diciassettesima edizione, si terrà domenica sera con inizio alle 21,30 in piazza Brindisi.

L'iniziativa è stata organizzata dalla famiglia Barone, la collaborazione della Federazione Sindacale di Polizia ed il patrocinio dell’Assessorato al Turismo del Comune di Catanzaro con l’inserimento nella rassegna delle manifestazioni estive “Marinfest”.

La serata, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica ed in particolar modo le nuove generazioni sul tema delicato ed importante della sicurezza stradale, sarà presentata da Emilio Barone il papà di Giovanni, con le figlie Annalisa e Corinne e la compagna Barbara, ed inizierà con un dibattito, ricco di riflessioni e proposte, che giungeranno da rappresentanti delle Istituzioni invitati per l’occasione.

«Sotto lo slogan consolidato di “Zitti mai!”- dice Emilio Barone – “coniato dal mio amico Franco Maccari, vice presidente bazionale dell'Fsp, e preso in prestito per il memorial in ricordo di mio figlio per dire, a chiare lettere, che noi non ci rassegniamo a questo stato di cose. Anche quest’anno nel ricordo dei nostri figli, di tutte le vittime della strada, chiederemo al voce alta un impegno delle istituzioni tutte affinché si adottino tutti gli strumenti necessari per ridurre il numero degli incidenti stradali, ad iniziare ad avere strade più sicure come la tanto decanta strada 106, denominata, da oltre 20 anni, la strada della morte».

Allo spettacolo parteciperanno: Giovanna Camastra giunta in finale all’ultimo Sanremo Young, Davide Torchia semifinalista al festival di Sanremo, il coro Arcobaleno della maestra Irene Infante, Nicolò Fulciniti, Flavia Critelli che ha partecipato al programma televisivo Eighstars, Morena Macrì figlia d’arte nel campo, Francesco Cosco il direttore musicale del memorial, Barbara Ferraina responsabile della videografia, Simona Procopio la co-conduttrice della serata. Le ballerine Sara Santo, Luna Santo e Lucrezia Campolo con le coreografie di Ilaria Infante. La serata sarà condotta dalla famiglia di Emiio Barone, con Corinne ed il marito Gianluca Campagna ed il piccolo Leon, con Annalisa ed il marito Fabio Ippolito con la piccola sole, nonché l’immancabile Barbara.

«Non posso che ringraziare – ha concluso Emilio Barone - chi mi ha sempre collaborato dal primo anno che abbiamo iniziato a ricordare Giovanni, come il mio fraterno amico Giuseppe Brugnano, segretario nazionale del Sindacato di Polizia Fsp, che anche quest’anno sarà al mio fianco».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?