Salta al contenuto principale

Miss Italia, la calabrese Melluso tra le prime dieci

Buono anche il risultato per Annalisa Alfieri

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Myriam Melluso
Tempo di lettura: 
4 minuti 35 secondi

COSENZA - Tra le prime dieci Myriam Melluso. La cosentina Annalisa Alfieri, invece, è arrivata la tra le prime venti ed è stata poi eliminata. Ottimo piazzamento per le calabresi in gara.

Gina Lollobrigida, icona del Cinema e storica partecipante a Miss Italia nel 1947, dove si classificò al terzo posto dietro Lucia Bosè e Gianna Maria Canale, è stata la star al “PalaInvent” di Jesolo, nel corso del concorso di bellezza, condotta da Alessandro Greco.

Il conduttore televisivo ha aperto la serata con doveroso ricordo al patron Enzo Mirigliani dal 1959 al 2011 anno della sua scomparsa e Fabrizio Frizzi, conduttore scomparso nel marzo dello scorso anno, che ha condotto sedici edizioni di Miss Italia, 14 delle quali consecutive tra il 1988 e il 2002.

Carolina Stramare è stata eletta Miss Italia 2019 con il 36% delle preferenze. La ventenne di Vigevano (PV), è la vincitrice dell’edizione numero 80 del Concorso. La nuova reginetta di bellezza ha vinto ‘in rimonta’: eliminata in un primo momento dal televoto è stata poi ripescata dalla giuria presieduta da Gina Lollobrigida. Seconda classificata Serena Petralia, con il numero 20, terza la veneta di origini cingalesi Sevmi Fernando, in gara con il numero 62. Come lei, anche Miriam Leone nel 2008 era stata ripescata dalle compagne e poi aveva vinto Miss Italia.

Oltre alle 80 ragazze, che hanno rappresentato tutta l’Italia, la suggestiva serata ha visto una parata di star e la partecipazione di donne impegnate in diversi settori, che hanno saputo catturare l’attenzione raccontando sul palco le loro storie.Due le calabresi in gara: la Miss Calabria Annalisa Alfieri, in gara con il numero 18, e la 20enne reggina Miryam Melluso, in gara con il numero 37, e con il titolo di Miss Eleganza Calabria: sia la cosentina che la reggina hanno passato con estrema disinvoltura la prima fase da 80 a 40.

Caratteristica è stata anche la coreografia, arricchita da filmati di repertorio che hanno raccontato l’evoluzione del Concorso e anche del nostro Belpaese, dalla prima edizione ad oggi. Miss Italia, infatti, non è stato solo un concorso di bellezza, anzi “Il Concorso di bellezza”, ma soprattutto una vetrina che, attraverso le sue icone, ha saputo raccontare i cambiamenti del costume e della cultura italiani, anno dopo anno.

LEGGI: LE 11 CALABRESI ASPIRANTI MISS ITALIA

Tra le novità di questa storica edizione del 2019, senz’altro quella della votazione, perché per la prima volta assoluta, attraverso il televoto, sono solo gli italiani a casa, in tutte le fasi, e non le solite giurie specializzate, ad eleggere la nuova Miss Italia. Un’altra novità molto interessante è stata quella dell’Orchestra di 40 elementi, accompagnata in diretta in diversi avvenimenti della serata, quando le ragazze finaliste si sono esibite negli spazi dedicati alla moda, prove di talento e altre sorprese, un corpo di ballo di soli ballerini, l’affascinante “bond girl” Caterina Murino, i Maestri di ballo di “Ballando con le stelle” Samuel Peron e Samanta Togni.

Venti celebri vincitrici del concorso in tempi più recenti hanno raccontano la nostra storia di ieri e di oggi: dalle calabresi Stefania Bivone Miss nel 2011 che ha sostituito Maria Perrusi (2009) a Claudia Trieste, anche Eleonora Pedron, Manila Nazzaro, Denny Mendez, Gloria Zanin, Martina Colombari, Nadia Bengala, Roberta Capua, Federica Moro e Anna Zamboni 1969 (presidente). Tutte insieme hanno formato la giuria che ha eletto tra le 80 finaliste “La Miss delle Miss”, ma la loro scelta non ha influenzato sull’elezione di Miss Italia 2019. Il voto delle venti miss, si può dire, è stato come il “Premio della critica” di altre manifestazioni, come il Festival di Sanremo.Al termine è stata eletta lei, Miss Italia 2019, la ‘Miss della gente’. Anche in questa fase non sono mancate le sorprese.


 

Nel momento clou, quando le miss in gara sono rimaste in due, un gruppo composto da storiche e importanti conduttrici del mondo Rai capitanate dalla “special guest” Milly Carlucci ospite d’eccezione che interagirà con le concorrenti, mentre Eleonora Daniele, Giulia Salemi, Caterina Balivo, Lorena Bianchetti hanno avuto il compito di ripescare fra tutte le 78 escluse una miss e la riammette in gara.

Le fasi della votazione sono state quattro, più una finale: si è passati dal numero di 80 miss a 40, a 20, a dieci, a due e, infine – come si è visto - a tre. In tutte le fasi la sessione di votazione è stata unica. E il numero massimo di voti effettuabili da ciascuna utenza telefonica è di cinque per ogni sessione di voto. Nel corso della serata sono stati anche assegnati in diretta tre titoli storici del Concorso, Miss Sorriso, Miss Cinema, Miss Eleganza ed anche Miss Social.Testimoni dell’omaggio 80 candeline di Miss Italia sono state, tra le altre, l’ex primatista di salto in alto Sara Simeoni, Novella Calligaris, Isolde Kostner, Margherita Granbassi, la selezionatrice della Nazionale di calcio femminile Milena Bertolini, insieme alla giocatrice Cecilia Salvai, l’esploratrice Chiara Montanari, l’archeologa Alessandra Benini, Vera Squatrito – madre di Giordana Di Stefano, vittima di femminicidio– e Chiara Bordi che, portatrice di una protesi alla gamba, si è classificata terza nella scorsa edizione del concorso.Gli ospiti musicali sono stati Peppino di Capri, che il 27 luglio ha compiuto 80 anni, come il concorso, recordman del Festival di Sanremo con 15 partecipazioni, interprete di grandi successi, alcuni dei quali li ha eseguiti in trasmissione, Fausto Leali e Benji & Fede, idoli delle teenagers, protagonisti dell’estate con la hit “Dove e quando”.

Con l’album “Siamo solo Noise” sono entrati nella top ten dei dischi più venduti del 2018. Di notevole spessore anche l’esibizione di Tosca D’Aquino che ha regalato al pubblico di Rai1 insoliti e divertenti momenti di spettacolo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?