X

Un'immagine tratta dal film "Il buco" di Michelangelo Frammartino

Tempo di lettura 4 Minuti

COSENZA – Si è svolto, nei giorni scorsi, un incontro tra Jole Santelli, presidente della Giunta della Regione Calabria e Giuseppe Citrigno, presidente della Calabria Film Commission. Oggetto dell’incontro: il rilancio del comparto cinematografico in tempi di Covid-19 con particolare attenzione nei confronti del rilancio della Regione Calabria in termini di promozione, attraverso uno strumento strategico come la fondazione calabrese dedicata all’audiovisivo e all’industria cinematografica.

Al fine di poter dare nuovo impulso al settore, fortemente penalizzato dall’emergenza coronavirus, si è deciso di pubblicare gli avvisi per sostenere le produzioni per lungometraggi, serie tv, cortometraggi e documentari nonché la produzione di videoclip. Gli avvisi saranno pubblicati in una prima fase in pre-informazione e poi in via ufficiale. Tenuto conto del fatto che le misure nazionali di contenimento relative al Covid-19 sono, ad oggi, fissate al 3 maggio 2020, questa metodologia permetterà, sin da subito, a chiunque volesse aderire, di avere la certezza delle modalità di partecipazione dell’Avviso al quale è interessato, senza doversi preoccupare del decorso dei termini di presentazione. I termini ufficiali di presentazione delle domande saranno comunicati in un secondo momento, sempre alla luce delle misure nazionali di contenimento relative al Covid-19 e con lo scopo di agevolare i partecipanti.

«Si tratta di un primo importante passo per il rilancio del settore» ha detto Jole Santelli sottolineando «l’importanza che riveste in Calabria uno strumento come la Film Commission, che dovrà essere rilanciata e messa al servizio della promozione della nostra regione, uno degli asset strategici su cui investire nel futuro».

Si tratta, dunque, del nuovo bando della Fondazione Calabria Film Commission di incentivi pubbliciper l’attrazione di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria (per lungometraggi, documentari e corti). Inoltre, in pre-informazione l’avviso per il sostegno a produzioni audiovisive musicali nazionali e internazionali (videoclip) nei territori della Regione Calabria. Bandi che mirano alla promozione del territorio calabrese. Valorizzando il patrimonio storico, naturalistico e culturale e che punta, soprattutto, allo sviluppo di nuove competenze professionali e a creare occupazione giovanile nel settore dell’audiovisivo.

«In questo momento così delicato e di emergenza, in accordo con il presidente Jole Santelli abbiamo stabilito che la priorità sarà quella di unire le forze tra istituzioni. Favorire la fase di programmazione per la ripresa del settore, garantendo il futuro delle professionalità del comparto, questo il nostro comune impegno. Con questo obiettivo il Presidente Santelli ha espresso la volontà di essere già operativi. In programma,una serie di iniziative e progetti dedicati alle imprese, agli autori, al pubblico.Ecco, dunque, il primo passo per il rilancio con la pubblicazione dei primi due avvisi pubblici. Interventi che si inseriscono in un più ampio ed articolato progetto a sostegno della filiera del cinema».

Oggi, la Calabria ha una legge regionale sul cinema. Un utile strumento legislativo che ha dato nuovo impulso e ha tutelato finalmente l’intero comparto. Ben 10 milioni di euro da investire nel settore cinema nel triennio 2019/2021. Una legge, dunque, che punta a sostenere e stimolare, con continuità di azione, il progressivo sviluppo qualitativo e quantitativo della cultura e della filiera cinematografica in Calabria fornendo un importante supporto finanziario, strutturale, promuovendo la produzione di opere cinematografiche, televisive, web, audiovisive e pubblicitarie italiane ed estere in Calabria. Dopo i successi e i riconoscimenti a livello nazionale e internazionale degli ultimi tre anni la FCFC ha già pronti, dunque, appositi Avvisi per sostenere le produzioni per lungometraggi, serie tv, cortometraggi e documentari nonché la produzione di videoclip.

Inoltre, Italian Film Commissions (di cui è membro FCFC) e Netflix hanno annunciato la creazione del Fondo di Sostegno per la TV ed il Cinema nell’emergenza COVID-19 con l’obiettivo di fornire supporto emergenziale, a breve termine, alle maestranze e alle troupe dell’industria audiovisiva italiana direttamente colpite dallo stop alle produzioni sul territorio per la crisi legata al Coronavirus. Netflix metterà a disposizione un milione di euro per la costituzione del Fondo di Sostegno per la TV ed il Cinema nell’emergenza COVID-19, che sarà gestito da Italian Film Commissions e sarà destinato al supporto di emergenza a figure professionali dell’industria televisiva e cinematografica come ad es. elettricisti, montatori e truccatori, il cui lavoro è stato maggiormente colpito dalla pandemia in corso.

Ulteriori dettagli sul fondo e sui criteri per accedervi sono in fase di definizione e saranno resi noti nei prossimi giorni sul sito di Italian Film Commissions: www.italianfilmcommissions.it.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares