Salta al contenuto principale

Clamoroso, il Cosenza 1914 rinasce in Eccellenza

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

 

Clamoroso al San Vito: il Cosenza Calcio 1914 potrebbe tornare in vita dal limbo in cui si trova adesso. Sul sito www.cosenzacalcio.net ieri è apparso un comunicato della società cosentina attualmente “congelata” dagli eventi e dalla storia. 

Questo il contenuto: «L’amministratore unico della società sportiva Cosenza Calcio 1914 srl, Eugenio Funari, ha formulato al presidente della FIGC, Giancarlo Abete, e al presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Carlo Tavecchio, l’autorizzazione ad iscrivere la squadra Cosenza Calcio 1914 al Campionato di Eccellenza (LND) per la prossima stagione sportiva 2012/2013 e di ricevere le necessarie istruzioni, indicazioni e adempimenti da effettuare. Nella missiva indirizzata ai vertici della FIGC e della LND, l’amministratore Funari ha evidenziato alcune circostanze che hanno riguardato la vita della società relativamente all’ultima stagione di calcio giocato (campionato 2010/2011). “In qualità di amministratore unico – si legge nella lettera – nonché di maggior azionista delle quote societarie in data 19/02/2011, il sottoscritto riusciva, anche se con enormi difficoltà derivanti dalla sconsiderata amministrazione societaria che fino a quel tempo aveva caratterizzato la vita della società, a concludere il campionato di calcio di Prima Divisione della Lega Pro, stagione 2010/2011. Purtroppo, circostanze avverse legate a punti di penalizzazione ricevuti durante il corso della predetta stagione, causate dall’imprudente amministrazione societaria, determinarono la retrocessione della squadra in Seconda Divisione di Lega Pro. Le finanze aziendali, ridotte al lumicino, non consentirono l’iscrizione al predetto campionato di Seconda Divisione, con la conseguente esclusione della società da ogni altro tipo di competizione. Da quel giorno, il sottoscritto ha iniziato un lungo e difficile percorso che lo ha visto impegnato nell’effettuare operazioni aziendali tali da evitare il fallimento giuridico della società amministrata. Il tutto, motivato dalla sola passione sportiva e dall’amore nutrito verso una società di calcio che da sempre ha animato, con i propri successi del passato, il cuore sportivo di chi vi scrive. Gli esiti di tale difficile percorso sono oggi da considerarsi estremamente positivi alla luce del fatto che il sottoscritto è riuscito (grazie anche alle competenze professionali di un commercialista prestato al mondo del calcio, quale amo definirmi) a non “far chiudere” definitivamente la società che, infatti, non è fallita né sottoposta ad alcuna procedura concorsuale. A distanza di un anno, la società si ritrova nelle condizioni di poter riprendere un percorso sportivo, in maniera sana ed adeguata, ripartendo umilmente da un campionato di categoria inferiore, con l’augurio di rivedere la gloriosa società del Cosenza Calcio 1914 nuovamente protagonista di campionati sportivi di più alta categoria. In considerazione della tradizione e del passato sportivo della società che, fregiata del marchio Cosenza Calcio 1914, ha calcato con successo i campi di Serie B (sfiorando a volte la promozione nella massima serie calcistica) e visto il mio personale impegno nel voler “ricostruire” una società forte e trasparente, riconfermo la mia richiesta di poter partecipare alla prossima stagione agonistica del Campionato di calcio di Eccellenza della Lega Nazionale Dilettanti».

Una eventualità clamorosa, dunque, che provocherebbe reazioni e contribuirà a dare ulteriore “pepe” alle vicende del calcio cosentino da qui a qualche settimana. Il tempo, come sempre, scriverà le sue sentenze.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?