Salta al contenuto principale

Per Vibonese e Cosenza
il giorno del verdetto

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 55 secondi

GIORNATA di verdetti finali per le ultime due calabresi in corsa per un obiettivo: Vibonese e Cosenza. In Seconda divisione la squadra di Ammirata si gioca la permanenza nella categoria  a Mantova, nella finale di ritorno dei play out. Dopo lo 0-0 dell'andata, i rossoblù puntano alla partita della vita, memori della buona tradizione che li ha assistiti negli ultimi anni nelle sfide post season. Non sarà facile in casa dei lombardi, che solo un paio di anni fa militavano in serie B. 

La squadra allenata da Sauro Frutti ha mostrato tutto il suo valore sette giorni fa allo stadio "Luigi Razza", nonostante, ai punti, fosse stata proprio la Vibonese a meritare la vittoria. «Non ci faremo condizionare dal fattore casalingo a loro favore», dichiara Ammirata. Il tecnico, subentrato a poche giornate dalla fine alla coppia Ferrante-Viola, ha portato una ventata d'aria fresca in casa vibonese, con una media punti da fare invidia a chiunque. Non bastato però a conquistare la salvezza diretta e ora sarà necessario superare l'ultimo, durissimo esame, per il quale hanno recuperato Alletto, Di Berardino e Cosenza, ma saranno assenti Borghetto e Saturno.

Diversa la situazione del Cosenza, che non rischia tracolli, ma ha la possibilità di scrivere il suo nome nell'albo delle squadre vincitrici i play off di Serie D. Alle 15,30, infatti, si giocherà ad Arezzo la finalissima con il SandonàJesolo. Chi vincerà avrà diritto ad un posto di privilegio in una eventuale graduatoria per essere ripescati in Lega Pro, qualora si liberassero dei posti utili. E negli ultimi anni questa eventualità si è verificata puntualmente. I rossoblù arrivano all'appuntamento dopo il secondo posto in campionato e dopo aver superato a pieni voti e a suon di gol Palazzolo, Messina, Pomigliano, Lavagnese e Sant'Antonio Abate. Tommaso Napoli, probabilmente alla sua ultima gara sulla panchina del Cosenza, deve fare a meno degli squalificati Fiore e Marano, mentre è out anche Ciano per infortunio. Al seguito di Parisi e compagni un buon numero di sostenitori, partiti dalla città dei Bruzi con pullman e mezzi privati. Si pensa che nella curva sud del Comunale di Arezzo si sfiorerà il migliaio di spettatori di fede silana. Presenti ad Arezzo dirigenti e area tecnica al gran completo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?