Salta al contenuto principale

Cosenza, il Tnas boccia l'istanza
Resta squalifica per Arcidiaco

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

COSENZA - Il Collegio arbitrale del Tnas, presieduto da Dario Buzzelli e composto da Maurizio Benincasa e Massimo Zaccheo, in merito alla controversia tra il calciatore del Nuova Cosenza Pietro Arcidiacono (che festeggiò un gol esibendo una maglietta con dedica a Antonino Speziale, uno dei due ultrà del Catania condannato per l’omicidio del poliziotto Filippo Raciti) e la Figc, «ha emesso oggi il lodo arbitrale respingendo l’istanza. Il dispositivo prevede che le spese degli onorari, dei diritti amministrativi e di lite siano posto a carico della parte che ha promosso l’istanza». «L'istanza aveva per oggetto la decisione della Corte di Giustizia Federale con cui veniva confermata la decisione del giudice sportivo di squalificare il giocatore fino al 20 luglio 2013 «per aver esibito verso la postazione di una emittente televisiva nazionale una maglia recante, a caratteri cubitali, una scritta (Speziale innocente) esaltante l’autore di un gravissimo episodio di violenza nei confronti del quale è intervenuta sentenza irrevocabile di condanna per omicidio preterintenzionale di un funzionario della Polizia di Stato».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?