Salta al contenuto principale

Cosenza, Stefano Fiore
verso i saluti finali

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 12 secondi

COSENZA – Stefano Fiore non sarà il direttore sportivo del Cosenza nella prossima stagione. Ieri il previsto incontro con Guarascio è saltato, visto che l’ex azzurro è rientrato da Roma nel tardo pomeriggio. I due si vedranno stamattina: al presidente dirà di no alla proposta che voleva il solo Fiore nei quadri tecnici, senza il suo entourage. È molto probabile che il direttore sportivo delle ultime due stagioni, dopo l’incontro con Guarascio convocherà i giornalisti per motivare la sua decisione. Ai suoi più stretti collaboratori ha già riferito cosa dirà: «Non ci sono i presupposti per proseguire, da solo e senza il mio staff, l’avventura nel Cosenza». Non mancheranno i ringraziamenti di rito, soprattutto a quei tifosi che lo hanno sostenuto sin dal primo giorno. I calciatori e lo staff tecnico, invece, Stefano Fiore li ha salutati ieri sera nel corso di una cena organizzata in un agriturismo a San Pietro in Guarano, località del Cosentino a un tiro di schioppo da Camigliatello. Chiusa questa parentesi, da oggi se ne aprirà un’altra. 

Anzi, da inizio della prossima settimana. Infatti, come annunciato già nell’edizione di ieri, lunedì, tranne clamorosi colpi di scena, sarà il giorno dell’annuncio di Giuseppe Mangiarano nel ruolo di direttore generale. Pare che negli ultimi giorni il presidente Guarascio abbia incontrato Maglia e Costantino, rispettivamente direttore sportivo e allenatore della Vigor Lamezia. Un incontro dal quale il presidente Guarascio sarebbe uscito con una ulteriore certezza: la persona giusta per il nuovo percorso del Cosenza non può che essere l’ex segretario del Siena e del Cosenza. Mangiarano avrà al suo fianco Ciccio Orrico, il quale rivestirà il doppio incarico di segretario del club di viale Magna Grecia e team manager della squadra. Il nuovo direttore generale, appena ricevuto l’incarico comincerà a lavorare al suo progetto. Intanto, si è già fatto una idea sui calciatori in organico: con molti di loro ha avuto più di un colloquio. Ma prima di avviare qualsiasi discorso su eventuali riconferme, la società dovrà mettere nero su bianco sul pregresso. Mangiarano, sotto questo aspetto, è stato molto chiaro: in ritiro non vorrà sentire parlare di stipendi e arretrati. Per quanto riguarda la scelta dell’allenatore, anche in questo caso una idea di massima c’è già: riportare sulla panchina del Cosenza il siciliano Pino Rigoli. Ma eventualmente non sono escluse altre ipotesi. Individuato anche lo sponsor tecnico: tornerà a essere la Onze di Pino Turano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?