Salta al contenuto principale

La Reggina trema ma poi dilaga
Il Crotone riacciuffa il Pescara

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

ALLA terza giornata di campionato arrivano in serie B i primi sorrisi per Reggina e Crotone. Gli amaranto centrano per la prima volta il successo grazie a un successo casalingo sulla Juve Stabia e i tre punti vanno a sommarsi ai due conquistati finora in un torneo che non ha ancora visto sconfitte per la squadra dello Stretto. Al Crotone, invece, arriva il primo punto dopo due sconfitte, grazie a un tormentato pareggio in casa del Pescara.

Andamento opposto per le due gare. La Reggina era partita male ma poi ha ribaltato il risultato. Tutto è maturato nella ripresa dopo che nel primo tempo era stato annullato un gol di Di Michele per un presunto fallo sul portiere ospite. Il vantaggio campano lo firma Suciu al 4', poi venti minuti di rincorsa e negli undici successivi gli amaranto capovolgono le sorti: al 25' pareggia Di Michele; al 31' e al 36' Gerardi firma una doppietta. Il primo gol deviando sulla riga di porta un tiro di Cocco; il secondo di testa ancora su iniziativa di Cocco che ha fatto partire un cross deviato dal portiere ospite Branescu.

Deve ringraziare due calci di rigore trasformati da Torromino, invece, il Crotone che porta a casa un pareggio. Il primo è arrivato alla mezz'ora di gara ma è stato vanificato dall'autorete di Cremonesi su calcio d'angolo battuto da Cutolo, deviato da Maniero e poi spedito dal giocatore crotonese nella propria porta. I rossoblù che avevano finito in affanno i primi 45', vanno sotto nella ripresa, grazie a un destro scoccato da Nielsen al 13'. Quando però gli abruzzesi sembravano poter controllare la gara, arriva un secondo rigore per il Crotone. E Torromino batte ancora una volta Pelizzoli. Tocca poi a Mazzotta, in pieno recupero, salvare in extremis il risultato su un'incursione di Nielsen.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?