Salta al contenuto principale

Cosenza: 100 anni festeggiati con la vittoria
In 15mila al San Vito per il tripudio rossoblù

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 17 secondi

DOVEVA essere una festa e festa è stata al San Vito: il Cosenza batte l'Aversa Normanna, fa un balzo risalendo verso la vetta della classifica di Seconda Divisione e incornicia una giornata storica davanti a 15mila spettatori. Il centenario rossoblù non poteva consumarsi nel modo migliore. Anche perché a rendere preziosa la vittoria dei silani è arrivato il successo della Vigor Lamezia che ha schiantato in Campania la Casertana, inseguita da vicino proprio dal Cosenza. 

GUARDA IL VIDEO: DAI FUOCHI D'ARTIFICIO ALLE MODELLE

La copertina di giornata è tutta per il Cosenza. Già prima del fischio d'inizio si è consumato l'amarcord rossoblù tra cori e striscioni. Mario Gualtieri ha cantato l'inno della squadra e Donata Bergamini, sorella di Denis, indimenticato centrocampista rossoblù morto in circostanze misteriose, ha letto una lettera alla città e ai tifosi, ringraziandoli per aver tenuto sempre alto il nome del fratello. Sbandieratori di Bisignano, motociclisti in sella alle Vespa storiche, fuochi d'artificio, hanno fatto da cornice all'evento. E Gigi Marulla, storico bomber arrivato a quota 91 gol col Cosenza, ha calciato 9 palloni verso la porta per arrivare simbolicamente a quota 100.

GUARDA IL VIDEO: IL MESSAGGIO LETTO DA DONATA BERGAMINI

La gara è stata degno complemento di giornata. Tre gol tutti nel primo tempo e due sono del Cosenza: segna Criaco al 13', pareggia Orlando 13 minuti dopo. E al 34' il gol di Mannini che risulterà decisivo. E ora la classifica di Seconda Divisione dice Teramo e Casertana 47, Cosenza 46. La Vigor, invece, risale fino a quota 32.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?