Salta al contenuto principale

Derby di Lega Pro tra Cosenza e Catanzaro
Schemi e strategie per la vittoria finale

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

COSENZA – Il derby di oggi pomeriggio non sarà solo ricordato, come tutti quelli passati, per la sua grande carica emotiva. Sul campo ci saranno due squadre che dovranno darsi battaglia anche dal punto di vista tecnico e due allenatori che cercheranno di superarsi a colpi di accorgimenti tattici e di scelte azzeccate. Per quanto riguarda il Cosenza, Cappellacci, com’è nel suo stile, non cambierà molto rispetto alla gara di mercoledì a Caserta. Ci saranno comunque degli accorgimenti. In porta resta Saracco, vista l’indisponibilità di Ravaglia, mentre in difesa l’indisponibile è Magli, che ha un problema a livello muscolare. A centrocampo il sacrificato potrebbe essere Arrigoni, mentre è confermato dal primo minuto il giovane Fornito. In avanti Potrebbe toccare a Calderini fare un turno in panchina, mentre al centro sarebbe riproposto Cori, con Mosciaro e Alessandro ai lati. In panchina ci sarà De Angelis (se Magli dovesse recuperare, in tribuna potrebbe finire uno tra Sassano e Tortolano). Lo schema sarà il 4-3-3, ma a gara in corso potrebbe subire variazioni, come spesso accaduto nelle prime gare di campionato. 

Sono poche, invece, le sorprese tecniche in casa Catanzaro al termine della rifinitura di ieri pomeriggio sul terreno del Gullì. Moriero deve fare a meno solo di Fofana e di Ilari, entrambi nella lista degli indisponibili. Anche contro il Cosenza, il tecnico sistemerà la squadra con il solito 4-2-3-1. Con Bindi tra i pali, il blocco difensivo è quello di sempre con Daffara a destra e Di Chiara dalla parte opposta. Al centro della difesa il duo Rigione-Ferrraro. A centrocampo, stabilita la staffetta tra Pacciardi e Maiorano, la scelta con molta probabilità cadrà sul primo, che andrà a fare coppia con Vacca. Sulla linea a tre, invece, Pagano a destra, Russotto centrale e Barraco a sinistra. Da decifrare l’idea di Moriero su chi dovrà essere il riferimento in attacco. Contro il Cosenza, non è escluso che il tecnico possa pensare di mandare in campo dal primo minuto Martignago riservandosi in panchina Silva Reis. A disposizione andranno il secondo Scuffia, quindi Calvarese, Ricci, Maiorano, Morosini, Kamarà, Silva Reis. Le ultime ore, comunque, sono sempre quelle delle riflessioni. Qualche volta portano a cambiamenti, qualche volta a conferme. Calcio d’inizio alle 16.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?